Curd di cachi e clementine

Mi frullava in testa dall’estate e non vedevo l’ora che fossero disponibili i primi cachi per provare.
Il curd è una crema coagulata a base di uova, burro e zucchero, tipica della tradizione anglosassone. Il più classico è quello al limone ed è anche il primo che ho provato sei anni or sono, agli albori del blog. È una crema estremamente liscia e setosa, in cui il gusto aspro e rinfrescante dell’agrume bilancia alla perfezione la grassezza di burro e uova. Una roba da impazzire, per me.

L’anno scorso ne feci uno di melagrana, altrettanto buono proprio perché si tratta di un frutto aspro come il limone. Quest’anno è stata la volta dei cachi, ai quali ho aggiunto del mandarino per la ragione di cui sopra.
La delusione alla vista del colore finale è stata grande, perché me lo immaginavo di un  bell’arancio acceso e invece…be’, decisamente no. La consistenza invece è ottima, come quello degli altri curd e il sapore anche, sebbene quello che prevale sia il mandarino e del caco non rimanga quasi nulla.

Questa crema ha mille usi, oltre a quello di mangiarla direttamente col cucchiaino. Potete usarla per farcire bignè, crostate e tartellette, spalmarla sul pane o fette biscottate oppure metterla direttamente dentro all’impasto di una torta, per renderla  morbida e profumata, come ho fatto in questa torta qui.
Io l’ho usata per dei biscotti, ma la ricetta arriva nei prossimi giorni. Per oggi voglio lasciare spazio al curd 😉

Curd di cachi e clementine

Quantità: circa due vasetti da 150 ml        Tempo di preparazione: 15 minuti       Tempo di cottura: 20 minuti circa

Ingredienti

200 g di polpa di cachi al netto degli scarti (circa 2 cachi)
2 uova medie + 1 tuorlo
90 g di zucchero semolato
50 g di burro
2 cucchiaini di amido di riso o di mais o di fecola di patate
4 cucchiai di succo di clementine
scorza grattugiata di una clementina non trattata

Mondate i cachi, ricavatene la polpa e frullatela. Passatela al colino a maglie fitte, premendo con un cucchiaio, fino ad ottenerne 200 g.

Con una forchetta, sbattete leggermente le uova e il tuorlo con lo zucchero, poi unite l’amido setacciato e mescolate vigorosamente con una frusta, per evitare la formazione di grumi.

Unite la polpa di cachi e il succo di clementine e portate su fuoco moderato. Unite la scorza grattugiata, il burro a dadini e cuocete per 10-15 minuti, mescolando di continuo per non farlo attaccare, fino a quando la crema non si addensa a sufficienza. Deve raggiungere la consistenza simile a quelle della crema pasticciera e considerate anche che raffreddandosi si rapprenderà ulteriormente. Non alzate troppo la fiamma, altrimenti l’uovo si straccerà e il curd si riempirà di grumi.
Alla fine spegnete il fuoco e passate di nuovo il curd al colino. Fate raffreddare qualche ora prima di usarlo.

Share

You May Also Like

5 comments on “Curd di cachi e clementine

  1. 21/11/2018 at 09:59

    Adoro questo colore pastello. Tempo fa provai a fare una mousse di caco -buonissima ma davvero troppo dolce per i miei gusti, credo che l’aggiunta del mandarino gioverebbe anche in quel caso- e il colore era esattamente questo. Aspetto i biscotti con grandissima curiosità!

    • 21/11/2018 at 11:18

      Sì, alla fine con l’aggiunta degli altri ingredienti il colore si “annacqua”. Ma alla fine quel che conta è il sapore 😉

  2. 22/11/2018 at 18:59

    Ma meraviglia!!!! Mi hanno regalato 3 cassette di cachi e non so più che idea inventarmi, ebbene ho trovato quello che cercavo, oltre alle torte, alle marmellate, ai biscotti questa ci sta che è una meraviglia!!!!! La provo all’istante!!!! Grazie!

    • 30/11/2018 at 23:52

      Ciao Ely, non so se poi sei riuscita a farlo…se sì, spero che ti sia piaciuto! 😀

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *