Torta di soli albumi con yogurt e miele

Questa ricetta alberga in bozza da tempo immemore. Non so perché per mesi le abbia privilegiato altri post, ma ora che siamo in periodo di riapertura delle scuole è mi tornata alla mente, perché mi sembra la torta adatta per augurare un buon inizio a tutti i bambini che rientrano in classe.
Semplice, soffice, leggera: la colazione ideale, con un bel bicchiere di latte.

Non che ai tempi della scuola io fossi così entusiasta di ripartire, anzi. Vivevo questo momento con un misto di apprensione venata di tristezza.
Ad alleggerire il carico, c’era la scelta della cancelleria nuova, una passione mai sopita per penne e quaderni che l’età è riuscita soltanto a irregimentare nelle righe di un saggio “compro solo quello che sono certa di usare”.
E poi l’idea delle merende in casa, alle cinque del pomeriggio, quando fuori è già buio; essendo sempre stata un’incorreggibile golosa, anche quello era un bel pensiero che mi faceva guardare all’inverno con sguardo meno torvo. A pensare quanto poi l’avrei amato da grande mi viene quasi da ridere.

Ma torniamo al punto di partenza. Mi piace questa torta perché raccoglie è sana e racchiude tanti ingredienti che amo. C’è la farina di tipo 1 (insieme a quella integrale), ci sono il miele, tanto yogurt e i fiocchi d’avena.
La trovo anche molto utile perché è un ottimo sistema per riciclare gli albumi, visto che ce ne vanno un bel numero. Se vi interessa il tema, vi rimando a questa pagina, in cui ho raccolto alcune idee che non siano le solite meringhe per riciclare albumi (e tuorli).

Torta di soli albumi con yogurt e miele

Porzioni: 8       Tempo di preparazione: 15′       Tempo di cottura: 35-40′

160 g di albumi (circa 5)
120 g di farina integrale
120 g di farina di grano tenero di tipo 1
200 g di yogurt bianco magro
100 g di miele (o sciroppo d’acero)
60 ml di olio di semi di mais
10 g di lievito in polvere (poco più di mezza bustina)
fiocchi d’avena e granella di nocciole per decorare

Imburrate una tortiera a cerniera del diametro di 18 cm (vedi note).
Setacciate insieme le farine e il lievito e tenete da parte.
Montate gli albumi a neve non troppo ferma, poi unite il mix di farine, mescolando delicatamente con una spatola. Unite poi lo yogurt, il miele e l’olio, mescolando rapidamente.
Versate tutto nella tortiera, cospargete la superficie con fiocchi d’avena e granella di nocciole cuocete a 180°C per 35-40 minuti.

Note:

  • io ho usato uno stampo da 18 cm + uno stampo da muffin. Se la volete più bassa, potete anche usare uno stampo da 20 cm e diminuire di 5 minuti il tempo di cottura.
  • in genere mi scrivo sempre da dove prendo ispirazione, ma in questo caso non c’era niente nella bozza. È probabile quindi che si tratti di una mia rielaborazione, come sempre faccio per le torte da credenza come questa. Se però qualcuno la rivendicasse come sua, mi scuso in anticipo e sono pronta a inserire i giusti riferimenti.

Share

You May Also Like

5 comments on “Torta di soli albumi con yogurt e miele

  1. 17/09/2018 at 08:17

    Quesi fiocchi d’avena in superficie fanno tanto “scuola” e questa torta soffice per me è il top per colazione! Una colazione così riconcilia quasi con tutto di prima mattina

  2. 17/09/2018 at 11:26

    Perfetta torta da credenza e merenda! Quando era ora di tornare a scuola ne avevo una gran voglia e avevo un po’ di timore. L’amore per l’odore della cancelleria quello – come per te – non è mai andato via. Tuttora “sniffo” 😛

    • 17/09/2018 at 20:30

      Ahahah, lo sniffare che fa bene 😉

  3. 20/09/2018 at 00:02

    Questa torta fa gola anche ai professori, che pure hanno diritto alla merenda 😀
    Baci
    Maria Teresa

    • 20/09/2018 at 14:30

      Ahahah, grazie Maria Teresa! In effetti ho pensato solo agli studenti…non è mica tanto giusto! 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *