Scones con yogurt e mirtilli

Dico scones e penso all’Inghilterra. In particolare, penso ad uno dei tanti soggiorni fatti in terra d’Albione negli anni, quello del lontano 2012, quando partii con due care amiche alla scoperta delle Cotswolds, regione di dolci pascoli e verdeggianti colline, quieta e placida come poche altre.
Fu un viaggio incantevole, nonostante le avverse condizioni atmosferiche, o forse proprio per quello. Girovagammo per cinque giorni tra piccoli villaggi deliziosi, muovendoci su stradine che correvano tra boschi e pascoli, delimitate da muretti a secco e occasionalmente attraversate da mucche o pecore. Le case con i tetti a graticcio, i lussureggianti giardini dalle variopinte fioriture, i negozietti locali con le bow window e una fortunata serie di bed and breakfast con camere da sogno: fu davvero un bellissimo soggiorno.

Tra i tanti ricordi di quel viaggio ce n’è uno che vede gli scones come protagonisti. Inzuppate da una giornata di pioggia incessante, senza aver pranzato, ci fermammo davanti alla graziosa insegna di una tea room in un microscopico agglomerato di case del quale non saprei dire il nome. Era poco più di una casa privata, in cui la sala da tè era una semplice stanza attigua alla cucina con tre tavoli e sei panche. Ci sedemmo e ordinammo un cream tea accompagnato da scones serviti con clotted cream (una sorta di panna montata, ma più densa) e confettura. Ricordo che avevo fame e pensavo che avrei divorato tutto, ma quegli scones erano così “pieni” e la clotted cream così densa che dovetti fermarmi a metà.
Sì, perché gli scones non sono esattamente il dolce più soffice che ci sia. Non a caso vengono serviti con un chilo di farcitura 😀

Mi sono chiesta se fosse possibile renderli meno “mattonati” senza snaturarli troppo e credo di aver trovato un buon compromesso usando dello yogurt, che non figura nella ricetta originale.
La ricetta nasce dal gradito incontro con il Caseificio Val d’Aveto, una realtà artigianale del territorio ligure che già conoscevo e apprezzavo e che ringrazio per la fiducia accordatami.
Nelle stalle sparse tra la Val d’Aveto e la Val Trebbia vengono allevate vacche di razza bruna alpina e pezzata rossa, che producono il latte destinato ai prodotti del Caseificio Val d’Aveto: formaggi freschi, formaggi stagionati e i loro deliziosi yogurt colati, cremosissimi in maniera naturale e arricchiti dalla dolcezza della frutta, che vi consiglio sinceramente di provare. Noi li abbiamo amati alla prima cucchiaiata.

Il risultato di questo incontro sono degli scones allo yogurt ricchi di mirtilli, abbastanza soffici (per essere scones!) e con pochissimi zuccheri. Sono molto buoni anche da soli, per una colazione semplice, oppure arricchiti da una glassa al limone che li rende più dolci. Potete anche farcirli, ovviamente, ma a me sembrano ottimi già così.
Io ho usato i mirtilli surgelati che avevo raccolto lo scorso anno, così si evita che si schiaccino appena inseriti nell’impasto e rilascino troppo succo, che renderebbe difficilmente lavorabile il composto e vi costringerebbe ad aggiungere farina. Se avete quelli freschi, vi consiglio di passarli un paio d’ore in freezer, aggiungerli come ultimo ingrediente e impastare rapidamente senza schiacciare troppo. Insomma, la parola d’ordine è: rapidità 😉

Scones con yogurt e mirtilli

Quantità: 16-18       Tempo di preparazione: 15 minuti        Tempo di cottura: 12-14 minuti

Ingredienti

380 g di farina 0
150 g di yogurt colato con mirtillo nero Caseificio Val d’Aveto
90 g di burro
70 g di zucchero di canna
12 g di lievito
120 g di mirtilli surgelati
1/2 cucchiaino di sale

per la glassa al limone
60 g di zucchero a velo
circa 10 ml di succo di limone filtrato
polline (facoltativo)

Setacciate la farina con il lievito e il sale, unite lo zucchero e il burro freddo a cubetti e impastate con la punta delle dita (o con l’attacco a foglia dell’impastatrice) fino ad ottenere un composto bricioloso.

Riscaldate lo yogurt fin quasi all’ebollizione, versatelo sull’impasto precedente e impastate quel tanto che basta a compattare il tutto. Verso la fine, unite anche i mirtilli e incorporateli, cercando di manipolare meno possibile l’impasto per non schiacciarli troppo.

Stendete l’impasto allo spessore di 3 cm circa sulla spianatoia infarinata e ritagliate tanti dischetti di 5 cm di diametro. Impastate rapidamente i ritagli cercando di non premere troppo e ricavate altri dischetti fino ad esaurimento dell’impasto.
Disponete gli scones su una teglia ricoperta di carta da forno e cuocete a 200°C per 12-14 minuti circa.
Sfornate e fate raffreddare.

Setacciate lo zucchero a velo in una ciotolina e unite 8-10 ml di succo di limone, praticamente solo poche gocce. Mescolate bene con una forchetta, prevenendo la formazione di grumi e valutate la consistenza della vostra glassa: deve essere densa e lucida e rapprendersi nel giro di pochi minuti.
Se così non fosse, unite altro zucchero. Se invece vi sembra troppo dura da poter usare in una tasca da pasticciere, unite qualche goccia di succo di limone (ma si parla davvero di gocce!).
Riempite una tasca da pasticciere con la glassa e distribuitela sugli scones creando delle linee o un reticolo. Se volete, potete arricchire la glassa dei vostri scones con un po’ di polline.
Fate rapprendere e servite.

Share

3 comments on “Scones con yogurt e mirtilli

  1. 21/08/2020 at 08:22

    Che bello il ricordo del viaggio! Mi vien voglia di partire. Quest’anno avremmo voluto andare proprio in terra d’Albione.
    Mi piace che tu abbia alleggerito gli scones, buoni mangiati da soli ma in compagnia e con un the sono proprio speciali. Un abbraccio a voi!

    • 27/08/2020 at 10:22

      Anche io avrei tanta voglia di partire…anche solo per una destinazione italiana. Devo prendere coraggio con Dante, sono una fifona…

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.