Nana cream al mascarpone, sciroppo d’acero e noci pecan

Con la mia proverbiale tempestività in fatto di mode, eccomi finalmente con il mio nana cream.
Ormai saprete tutti di cos’è, immagino.
A beneficio di chi fosse ancora ignaro, svelo che si tratta di un “finto gelato” a base di banana che ha imperversato qualche anno fa sui blog di tutta Italia. Da qui il nome nana (abbreviazione di banana) cream o nana ice cream.
Non so sia ancora in auge o se sia stato subitamente dimenticato, sta di fatto che a me è venuta voglia di provarlo adesso e quindi, in barba a ogni moda e tendenza, l’ho preparato.

Forse ho aspettato tanto perché era una ricetta che non mi ispirava molto: amo così tanto il gelato che pensare ad un surrogato mi sembrava quasi offensivo. Un pregiudizio che è venuto a cadere al primo assaggio, perché il nana cream è davvero buono!
Sarà che l’ho mangiato in una giornata calda, sarà che mentre lo gustavo non avevo sensi di colpa in materia di linea, cosa che aiuta sempre. Ma forse il merito è anche delle piccole aggiunte che ho fatto alla ricetta base: una piccola quantità di mascarpone, per renderlo più cremoso, un po’ di sciroppo d’acero per renderlo più dolce e infine una generosa dose di noci pecan, per quella nota croccante che piace sempre a tutti.

Farlo è semplicissimo, non servono gelatiere nè molto impegno. Basta tagliare le banane a rondelle, surgelarle per qualche ora e poi frullarle con il mascarpone. Stop.
Trovo sempre stupefacente quando ricette di una banalità disarmante si dimostrano anche così buone.
Forse è un segno che devo liberarmi di tutte le mie sovrastrutture e abbandonarmi alla semplicità? Chissà…a me piace leggerlo così.

Nana cream al mascarpone, sciroppo d’acero e noci pecan

Porzioni: 3       Tempo di preparazione: 10 minuti + una notte di riposo

Ingredienti

400 g di polpa di banana matura (circa 3 banane medie)
100 g di mascarpone

per completare
2 cucchiai di sciroppo d’acero
3 cucchiai di noci pecan

Sbucciate le banane, tagliatele a rondelle e mettetele in un sacchetto da surgelatore. Riponetele in freezer per almeno 4 ore o per tutta la notte.

Frullate le banane con il mascarpone, usando un buon frullatore e fermandovi ogni tanto. Inizialmente vedrete formarsi solo cristalli di ghiaccio slegati, ma piano piano il vostro gelato diventerà omogeneo e cremoso.

Se non volete consumarlo subito potete trasferirlo in un contenitore a chiusura ermetica e riporlo di nuovo in freezer, ricordandovi di toglierlo almeno una mezz’ora prima di consumarlo.

Altrimenti distribuitelo subito nelle coppette, completate con lo sciroppo d’acero e le noci pecan e servite.

Share

You May Also Like

2 comments on “Nana cream al mascarpone, sciroppo d’acero e noci pecan

  1. 07/07/2020 at 16:01

    In effetti Alice le tue aggiunte e varianti a mio avviso fanno la differenza.
    E poi vogliamo parlare della bellezza della foto delle noci pecan? Ma no ammiriamo e basta e magari gustiamo anche 😉

    • 07/07/2020 at 17:59

      Grazie Mile! Anche io le trovo bellissime da fotografare!
      Un abbraccio grande.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.