Strudel con funghi, zucca e fiordilatte

Finalmente autunno, si può dire?
Che poi, fino ad ora di autunno abbiamo visto ben poco, le giornate sono state calde e soleggiate, come si conviene a un buon settembre. Ma l’aria mattutina è più fresca e la luce è tornata ad essere quella morbida e avvolgente che tanto amo e sono certa che ottobre ci regalerà presto i suoi bellissimi colori.

Quest’anno non potrò viverli appieno però: niente passeggiate nel bosco o giratine sui monti.
Pazienza. Mi limiterò a sbirciare dalla finestra i graduali cambiamenti quotidiani, sognando il momento in cui potrò di nuovo stare in comunione con la natura e sentirne il respiro.

Come sempre, cerco di sublimare i miei desideri attraverso la cucina, pertanto faccio spazio agli ingredienti autunnali, le tinte calde, i piatti corroboranti e confortanti.
Inizio da questo strudel salato con zucca e funghi, che alcuni di voi conosceranno perché corrisponde al mese di ottobre del mio calendario 2019, solo che non avevo ancora avuto occasione di condividere la ricetta.

Si tratta di una sorta di pasta da pane fatta con semola rimacinata e intrecciata a racchiudere un ripieno ricco e saporito. La zucca è l’ingrediente irrinunciabile di questi mesi autunnali, così come i funghi, che già da settimana hanno iniziato a comparire sui banchi del mercato. E “rinfrescare” il tutto, un po’ di fiordilatte (ossia, la normale mozzarella) e un sentore di nepitella.

E che l’autunno abbia inizio 😉

Strudel con funghi, zucca e fiordilatte

Porzioni: 6       Tempo di preparazione: 1 ora + 1 ora e mezzo di lievitazione        Tempo di cottura: 40 minuti

Ingredienti

300 g di semola rimacinata di grano duro
200-210 ml di acqua tiepida
6 g di sale
4 g di lievito di birra disidratato
300 g di funghi porcini freschi
250 g di polpa di zucca al netto degli scarti
200 g di mozzarella fiordilatte
50 g di pangrattato
20 g di parmigiano grattugiato
2 spicchi d’aglio
nepitella e salvia
olio extravergine di oliva
sale

Mettete in una ciotola la farina setacciata e il lievito. Unite l’acqua tiepida e impastate per circa 10 minuti, a mano o con il gancio dell’impastatrice. Verso metà lavorazione, unite il sale.
Mettete l’impasto in una ciotola pulita leggermente unta d’olio e fate lievitare per un’ora e mezzo circa dentro al forno spento.

In una padella ampia, scaldate 2 cucchiai di olio con 3 foglie di salvia.
Tagliate la polpa di zucca a dadini di circa 1 cm e rosolateli nella padella per 2 minuti. Salate, unite un paio di cucchiai di acqua e fate cuocere coperto fino a quando la zucca non sarà tenera (ma non sfatta).

Pulite i porcini, tagliateli a pezzetti e fateli rosolare in una padella in cui avrete scaldato tre cucchiai di olio con gli spicchi d’aglio sbucciati e divisi a metà.
Unite la nepitella, salate e fate cuocere per 5-6 minuti, fino a che i porcini non saranno teneri.
Togliete l’aglio e la nepitella e, se necessario, tagliuzzate ulteriormente i funghi con le forbici.
Uniteli alla zucca.

Tagliate la mozzarella a dadini di 1 cm circa e mettetela a scolare in un colino per qualche minuto.

Riprendete l’impasto e stendetelo su un piano leggermente infarinato, usando il matterello ma senza schiacciare troppo. Dovrete ottenere un rettangolo di circa 30 x 40 cm.
Distribuitevi il pangrattato, lasciando liberi 2 cm sui lati brevi e 10 cm su quelli lunghi.
Distribuitevi poi il ripieno di zucca e funghi (abbiate cura di scolarli dai liquidi di cottura) e la mozzarella e spolverate con il parmigiano.
Tagliate le ali laterali in tante strisce larghe circa 2 cm (con il senno di poi, le mie erano un po’ troppo strette). Ripiegate i lati brevi sul ripieno e poi portate le strisce verso il centro, sovrapponendole una all’altra in un intreccio. Tagliate le parti angolari in surplus e rincalzate bene la pasta sul ripieno.
Spennellate con olio extravergine e cuocete a 200°C per 35-40 minuti circa.

Share

You May Also Like

4 comments on “Strudel con funghi, zucca e fiordilatte

  1. 02/10/2019 at 16:34

    Un altro modo carino di preparare la zucca! Ormai sei una delle mie pusher ufficiali per queste ricettine… (l’altra è Mile). Lo sformato di patate e piselli l’ho fatto ed è piaciuto molto (non somigliava molto al tuo perché devo aver capito male e ho mescolato i fagiolini frullati alle patate e alla fine era tutto verde ma il sapore era ottimo). Lo rifaccio sabato prossimo per una cena tra amici. buona giornata!

    • 12/10/2019 at 18:54

      Grazie Viv! Sono sempre felice quando cso che le mie ricette vengono replicate e si diffondono in altre cucine! Grazie mille 🙂

  2. 15/10/2019 at 10:08

    Io apprezzo tantissimo Alice. Delle tue preparazioni mi piacciono spesso la semplicità accompagnati da tanta eleganza. Un abbraccio a te!

    • 16/10/2019 at 18:14

      Grazie Mile e un mega abbraccio 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.