Pizzette integrali con crudo, fichi e nocciole

Mica pizza e fichi, si dice, per indicare qualcosa che ha valore e appeal, mettendolo in opposizione a due alimenti tradizionalmente poveri e popolari. Ma chi l’ha detto che povero e popolare non è bello?
A me pare invece che la cucina popolare sia proprio una delle migliori e l’accostamento di pizza e fichi, con la sua bontà, lo dimostra in pieno.
Certo, se a pizza e fichi poi si aggiungono del prosciutto crudo, un po’ di crescenza e qualche croccante nocciola tostata, il pasto popolare si trasforma in un pasto da re 🙂

Prima della fine della stagione, così, ho voluto sperimentare queste pizzette integrali, fatte con farina con germe di grano e quindi particoalrmente gustosa, oltre rustica.

Non mi ero mai cimentata con le pizzette di queste dimensioni: certo, richiedono un po’ più di tempo per quanto riguarda la “stesura”, almeno fino a che non ci si prende un po’ la mano, ma sono una buona idea per rinfreschi e aperitivi. Una base neutra da farcire in mille modi possibili, tanto che ne ho già diverse in mente per i mesi invernali.

Pizzette integrali con crescenza, prosciutto crudo, fichi e nocciole

Quantità: 18-20 pizzette       Tempo di preparazione: 20 minuti + 10 ore totali di lievitazione circa       Tempo di cottura: 7-8 minuti

Ingredienti

per le pizzette
170 g di farina integrale
80 di farina di Manitoba + un po’ per la lavorazione
200 ml di acqua
mezza bustina di lievito di birra disidratato (o 10 g di quello fresco)
1 cucchiaio di olio extravegine di oliva
5 g di sale fino

per farcire
400 g di crescenza
200 g di prosciutto crudo toscano
8 fichi
60 g di nocciole tostate tritate grossolanamente

Setacciate insieme le farine nella ciotola dell’impastatrice, unite il lievito e miscelate.
Iniziate ad impastare con il gancio a bassa velocità, versando a poco a poco l’acqua e poi l’olio.
Quando i liquidi sono stati assorbiti, unite anche il sale e continuate a impastare, prima a bassa velocità e poi a velocità media per circa 15-20 minuti. L’impasto risulterà piuttosto molle e umido.

Ungete con poco olio una ciotola capiente, trasferitevi l’impasto, copritelo con pellicola e fate lievitare in un posto tiepido e al riparo da correnti d’aria fino a che non raddoppia.

Riprendete l’impasto e spostatelo sulla spianatoia abbondantemente infarinata. Con le mani infarinate, oa iutandovi con un tarocco, sbattete ripetutamente l’impasto e ripiegatelo su se stesso, ruotandolo ogni volta di 90°C. Aggiungete ancora un po’ di farina al bisogno.
Proseguite per qualche minuto a sbatter l’impasto, poi praticate una piega a tre, rimettete l’impasto nella ciotola e fate lievitare per un’altra ora/un’ora e mezzo.

Riprendete l’impasto e dividetelo in pezzature da circa 35 g l’una. Formate con ognuna una pallina, con il metodo della pirlatura, disponendole una ad una su un foglio di carta da forno.
Riprendete poi ogni pallina e schiacciatela delicatamente, allargandola tra le dita, fino a formare le pizzette.

Preriscaldate il forno a 230°C.
Distribute sulla superficie delle pizzette dei fiocchetti di crescenza e cuocete per 8 minuti circa. Sfornate, guarnite con una fettina di prosciutto e un quarto di fico e completate con le nocciole.

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.