Torta alle pere mandorle e caffè

C’è un nuovo arrivato in casa Panelibrienuvole!
No, niente figli, ma un nuovo utensile che mi aiuterà nelle mie quotidiane fatiche culinarie.
Si tratta della Crock-Pot, la prima e originale slow cooker, ossia una pentola elettrica che cuoce a  bassa temperatura, in maniera lenta e costante. Negli Stati Uniti è un must sin dagli anni Settanta mentre da noi si è diffusa negli ultimi anni.
Quando è arrivata ero felice come una bambina con il gioco nuovo e ho una lista di ricette da provare che non finisce più. Spezzatini, brasati (il peposo!), zuppe di legumi e cereali, pasta e patate…Sarà che la stagione invernale invoglia a questo tipo di piatti sostanziosi e confortanti, ma l’idea di mettere tutto in pentola e lasciare che faccia il suo gioco mentre io mi dedico ad altro mi alletta molto.

Una cottura di questo tipo è ottima anche per i tagli di carne più duri, perché capace di allentarne e ammobidirne le fibre, e inoltre garantisce il mantenimento delle proprietà organolettiche dei cibi e un perfetto amalgama dei sapori.
Ma oltre a zuppe, carne e pesce si può usare anche per marmellate, yogurt, cotture a bagno maria, budini, sformati… E fino al 31 dicembre potete usufruire di uno sconto del 30% su tutti i prodotti della gamma Crock-Pot. Basta seguire questo link e inserire il codice sconto ALICEDELRE …e poi potrete iniziare a sperimentare anche voi 🙂

Ovviamente io potevo forse iniziare da una ricetta standard? Che domande. Il fatto che in queste pentole si possano fare anche le torte mi ha molto meravigliato e ho voluto subito provare. Soprattutto, il mio pensiero è andato ai pomeriggi estivi in cui mi ostino ad accendere il forno e patire le pene dell’inferno. Il pensiero che con la Crock Pot potrò fare torte senza più liquefarmi mi ha spinto a mettermi in gioco e a tentare con un dolce.

La ricetta era segnata nel quadernino sin dai primissimi tempi del blog, vista qui, e lì è rimasta per anni.
La torta con le pere intere è ormai un’icona che mancava nel mio carnet e la Crock-Pot mi ha dato la giusta spinta per provarla, apportando alcuni cambiamenti.
Il risultato è stato decisamente positivo: il sapore è ottimo, la presenza scenica c’è, l’impegno per farla molto limitato. Consigliata sotto ogni punto di vista…anche alla mamma, che cerca sempre dolci poco laboriosi ma di effetto 😀

Si tratta di una torta a base di mandorle e caffè, aromatizzata al cardamomo, ma poiché questa spezia ha un sapore molto particolare, potete sostituirla con la vaniglia.
Come caffè ho usato quello della moka e il sapore è percepibile ma non predominante, come mi piace nei dolci. Se lo volete più forte, usate la stessa quantità di espresso.

E dopo tutte queste chiacchiere, andiamo a cucinare la mia prima torta nella Crock-Pot 🙂

Torta con pere intere mandorle e caffè

Porzioni: 8       Tempo di preparazione: 20 minuti       Tempo di cottura: circa 50 minuti nel forno normale o 2 ore nella Crock-Pot

Ingredienti

120 g di farina di tipo 1 (va bene anche 0 o 00)
100 g di farina di mandorle (o mandorle intere spellate)
3 uova grandi
140 g di burro a pomata
130 g di zucchero (potete aumentare fino a 160 g)
70 ml di caffè della moka
1/2 bustina di lievito
un pizzico di sale
4 o 5 pere Conference o Kaiser
succo di un limone
mandorle a lamelle
i semi di 1/2 bacca di vaniglia o quelli di 3 bacche di cardamomo

Setacciate la farina con il lievito e unitevi la farina di mandorle e il sale. Se usate mandorle intere, frullatele al minipimer fino ad ottenere una farina e poi procedete come sopra. Unite anche i semi di vaniglia o i semi di cardamomo pestati in un mortaio.

Usate delle fruste elettriche per montare il burro con lo zucchero fino a quando non sarà chiaro e spumoso. Unite allora le uova una alla volta, sempre continuando a montare.
Quando il composto sarà amalgamato spegnete le fruste e incorporate il mix di farine con una spatola, alternandolo a due riprese con il caffè. Amalgamate e tenete da parte.

Sbucciate le pere con un pelapatate, bagnandole con abbondante succo di limone per evitare che anneriscano. Tagliatele alla base in modo tale che possano stare in piedi. L’altezza a cui praticare il taglio dipende molto dalla dimensione delle pere e da quanto volete che sporgano dalla torta. Considerate che la torta non lieviterà molto, quindi non fatele sporgere troppo.

Rivestite l’interno della Crock-Pot (della capacità di 4,7 litri) con carta da forno bagnata e strizzata, poi versatevi il composto. Posizionate le pere nella posizione desiderata, spingendole fino alla base della pentola.
Mettete un foglio di carta da forno sull’apertura della pentola e coprite con il coperchio: questo servirà a far sì che l’umidità non ricada sopra alla torta.
Accendete la Crock-Pot in modalità LOW e impostate la cottura a 2 ore. Non apritela almeno per la prima ora e mezzo. Dopo un’ora, ruotate il contenitore interno di 180°C per garantire una cottura uniforme.
Per verificare la cottura, fate la prova stecchino. Considerate che, una volta spenta, la pentola continuerà a rilasciare calore per molto tempo, quindi se anche spegnete quando l’interno è ancora leggermente molle va bene. Se non siete sicuri, lasciatela per un quarto d’ora in più.

Spegnete e lasciate la torta nella Crock-Pot fino a quando non è raffreddata, senza coperchio. Estraetela aiutandovi con la carta da forno e guarnitela con le mandorle a lamelle prima di servirla.

Se usate il forno tradizionale, rivestite con carta da forno uno stampo a cerniera del diametro di 20 cm e procedete come sopra. Distribuite le mandorle a lamelle sulla superficie e cuocete a 180°C per 50  minuti circa, facendo la prova stecchino.

Note:

  • regolatevi in base alla dimensione delle vostre pere su quanto tagliarle alla base. Eventualmente fate una prova, infilatele nella tortiera e vedete quanto fuoriescono dalla pastella (più o meno rimarranno in quel modo): se vi sembra troppo, tagliatele un altro po’.
  • per avere un bell’effetto, secondo me è essenziale che i piccioli delle pere siano lunghi. Sembra una sciocchezza, ma se guardate all’apparenza è un particolare da non sottovalutare 😉

Share

You May Also Like

4 comments on “Torta alle pere mandorle e caffè

  1. 30/11/2018 at 08:43

    Che cosa interessante, buffa e inusuale. La torta in pentola è davvero intrigante! Mi incuriosisce moltissimo questa pentola e al contempo mi trattiene dall’acquisto la consapevolezza che la userei poco ma è una bellissima idea regalo per chi cucina e sperimenta con passione…

    • 30/11/2018 at 23:44

      Sì, anche io ne ero molto attratta…soprattutto non potevo credere che la torta si cuocesse lì dentro, ad una temperatura tutto sommato bassa!
      E’ stato un esperimento divertente, e ora ne ho in mente molti altri… 🙂

  2. 03/12/2018 at 13:24

    Stupenda torta!

    • 06/12/2018 at 20:41

      Grazie Sara! 😀

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.