Semifreddo al miele e nocciole

Un dolce con il tartufo. Non sono impazzita, giuro. Fino a poco tempo fa mi sarei meravigliata anche io, poi sono bastati un paio di pranzi da Stefania Calugi, la regina dei tartufi toscani per farmi ricredere.
Da lei ho assaggiato dei dessert delizios i completati dal tartufo, progettati ed eseguiti da chef di tutto rispetto. E ho capito che ci poteva stare.

Eppure non avrei mai pensato di provare a farne uno “mio”, se così si può dire, fino a quando non ho assaggiato le sue nocciole al tartufo, uno stuzzichino che in realtà nasce come aperitivo, ma che secondo me ha enormi potenzialità in un’ampia gamma di piatti.
A parte il fatto che equivalgono a una droga legalizzata (sempre se vi piace il tartufo, ovviamente), queste nocciole hanno anche una punta di zucchero ed è lì che mi si è accesa la lampadina, l’idea che forse potevano esser usate anche per un dolce.

Nella mia mente, il tartufo si associa al miele, e inoltre volevo un dolce cremoso, con un po’ di panna ma che non risultasse troppo grasso al palato. Incredibilmente, ho trovato una ricetta più che valida, di uno dei più grandi pasticcieri italiani (L. Di Carlo), ma al tempo stesso semplicissima e che prevede tre soli ingredienti.
È un parfait (una sorta di semifreddo) che rimane molto arioso e leggero. Il sapore del miele si sposa bene al tartufo, le nocciole fanno la loro parte croccante/sapida e il fatto che contengano anche un po’ di sale non fa che esaltare, per contrasto, la dolcezza del dessert.

Non so se vi ho convinto, prima di assaggiarlo ero un po’ titubante e non sapevo se l’esperimento avrebbe guadagnato le pagine del blog. Ma alla prova del cucchiaino sono rimasta stupefatta, e non è facile che lo dica di qualcosa che ho cucinato io.
Ma poi mi sono risvegliata e ho capito che il merito è tutto di quelle diaboliche nocciole 😀

Ovviamente, se non vi piace il tartufo potete completare il semifreddo con semplice granella di nocciole tostate o altra frutta secca, o croccante sbriciolato e ancora un velo di miele.

Semifreddo al miele e nocciole

Porzioni: 6       Tempo di preparazione: 10 minuti + 4 ore di riposo

Ingredienti

225 ml di panna fresca
100 g di miele di acacia
75 g di tuorli (circa 4)

2-3 cucchiai di granella di nocciole

Riscaldate il miele fino a 121°C (ci vorranno circa 4-5 minuti su un fornello a fuoco basso) e nel frattempo iniziate a montare i tuorli. Quando il miele ha raggiunta la temperatura, versatelo a filo suoi tuorli, continuando a montare e proseguendo fino al completo raffreddamento.
Semimontate la panna e unitela delicatamente al composto di tuorli con una spatola, con lenti movimenti dal basso verso l’alto.
Distribuite il composto negli stampi prescelti e mettete in freezer per almeno 4 ore.
Toglietelo dal freezer 5-10 minuti prima di servire (anche un po’ di più se decidete di usare un solo stampo grande) e decorate con la granella di nocciole e qualche goccia di miele.

Share

You May Also Like

4 comments on “Semifreddo al miele e nocciole

  1. 18/10/2018 at 07:23

    Si mi hai convinta E posso chiederti chi è il pasticcere? Giorno Alice

    • 19/10/2018 at 20:09

      Oddio, mi sono dimenticata di scriverlo! E’ sempre lui…il mitico Di Carlo…che lo conosci? 😉

  2. 18/10/2018 at 13:48

    Non so se sia nelle mie corde, peró son curiosa e un cucchiaino di assaggio potrebbe farmi ricredere. Ps. Bellissimo a vedersi, comunque!

    • 19/10/2018 at 20:09

      Grazie Viv! Per provare io assaggerei…non si sa mai 😉

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *