Mini hand pies con mele e pinoli

united_kingdom_640

Era così tanto tempo che non postavo qualcosa di dolce!
Be’, non che mi sia astenuta dal mangiarne, ma lasciare queste pagine a corto di zuccheri per più di un paio di settimane mi sembra che equivalga a trascurarle…a farvi mancare delle coccole.

Cerco di recuperare con queste hand pies di derivazione anglosassone, che mi fanno innamorare ogni volta che le vedo in giro.

hand-pie-alle-mele-6

Piccole, chiuse e perfette nella loro finitezza, sembrano cantare un inno alla semplicità e all’innocenza.
Si tengono in una mano, senza paura di sporcarsi. A me piace sgranocchiarle a piccoli morsi: prima la crosta friabile e burrosa, poi il ripieno morbido e leggermente umido, annunciato da un soave profumo prima ancora di sentirne il dolce sulle labbra. Infine, un miscuglio delle due consistenze e sapori che si rafforzano e completano a vicenda. Come resistere?

hand-pie-alle-mele-8

In sostanza di tratta di un guscio di quella che gli americani chiamano pie dough, gli inglesi shortcrust pastry“e che corrisponde sostanzialmente alla nostra pasta brisèe. Un impasto che di per sè non è nè dolce nè salato, semplicemente a base di farina, burro e acqua.

La dolcezza viene tutta dal ripieno, quindi a voi la scelta di quanto zucchero mettere nella frutta. È molto comune trovare ripieni a base di frutti di bosco, ma in quel caso devono cuocere per un tempo più breve e oltre allo zucchero è buona norma aggiungere anche un cucchiaio di amido di mais per addensare un po’. I frutti di bosco si prestano molto bene perché restano più liquidi delle mele e quando le pie cuociono tendono ad uscire dai forellini superficiali, roba che vorreste aprire il forno e addentarne uno ancora incandescente…cosa da non fare assolutamente!

Con questa dose vengono circa 12 “fiorellini” della diametro di 6 cm…oppure un po’ meno, se decidete di dedicare un po’ di impasto alla persona del vostro cuore 🙂

hand-pie-alle-mele-4

MINI HAND PIES CON MELE E PINOLI

Dose: circa 12       Tempo di preparazione: 40 minuti       Tempo di cottura: 20-25 minuti

Per la pasta:

  • 180 g farina di farro
  • 70 g farina integrale
  • 120 g di burro a dadini, freddo
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 7-8 cucchiai di acqua fredda

Per il ripieno:

  • 2 mele Fuji grandi (o 3 piccole)
  • 4-5 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • succo di mezzo limone

Per la lucidatura:

  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di acqua
  • zucchero semolato (facoltativo)

In una ciotola, mescolate le farine con il sale e lo zucchero. Unite il burro freddo a cubetti e lavoratelo con le mani, strofinandolo per fargli assorbire la farina fino ad avere un impasto slegato e bricioloso. Unite i cucchiai di acqua freddissima e impastate velocemente fino a rendere l’impasto compatto.
Formate una palla, appiattitela, avvolgete nella pellicola trasparente e mettete in frigo per un’ora. Se usate altri tipi di farina può darsi che serva meno acqua di quella indicata, perché la farina integrale richiede più liquidi; per questo versatene un cucchiaio alla volta e fermatevi quando vedete che l’impasto è sufficientemente compatto e uniforme.

Sbucciate le mele, tagliatele a piccoli dadini e bagnatele con il succo di limone.
Fate cuocere insieme allo zucchero e alla cannella in una casseruola coperta, a fuoco basso, per circa 20 minuti. Dovete ottenere quasi una purea.
Tostate i pinoli per un paio di minuti in una padella antiaderente e aggiungeteli al composto di mele a cottura ultimata.

Tirate fuori dal frigo la pasta 10 minuti prima di usarla, così che possa ammorbidirsi nuovamente. Stendetela con un mattarello allo spesso di 2-3 mm; se dovesse attaccarsi al piano di lavoro potete aiutarvi stendendola su carta da forno. Ritagliate le forme desiderate, disponetele su un foglio di carta forno e spennellate i bordi con l’uovo sbattuto insieme a pochissima acqua.
Distribuite un po’ di composta di mele su ciascuna base e coprite con un altro disco di pasta.
Sigillate i bordi premendo con i rebbi di una forchetta. Con un coltello affilato praticate delle incisioni sulla superficie per far fuoriuscire l’umidità in eccesso, poi spennellate con l’uovo e, se volete, cospargete con un po’ di zucchero semolato.
Cuocete a 180° per 20-25 minuti.

hand-pie-alle-mele-7

Share

You May Also Like

17 comments on “Mini hand pies con mele e pinoli

  1. Che meraviglia! Questa pasta mi piace da morire e mi sembra che possa essere perfetta per dei dolcetti tradizionali calabresi di cui non riesco a trovare la ricetta! Il ripieno è in assoluto il mio preferito e poi..adoro la cannella! Li proverò questo weekend al posto dei miei amati muffin!
    un abbraccio
    P.S Foto da urlo!

    • 12/02/2015 at 09:58

      Grazie!! Mi rendo conto che alla fine queste sono le ricette che mi ispirano di più! 🙂
      Dosa bene la dolcezza dell’interno perché la pasta è neutra…spero che ti piaceranno!
      Un abbraccio e buona giornata…qui ancora sole! 😀

  2. 12/02/2015 at 07:57

    A parte il fatto che le tue foto sono sempre bellissime, mi hai fatto venir voglia di mettere le mani in pasta, ricetta da conservare nei preferiti!

    • 12/02/2015 at 09:58

      Grazie Viv!! Sono abbastanza veloci da fare…e altrettanto da mangiare 😉
      Buona giornata! ☺

  3. 12/02/2015 at 12:41

    sono dei bellissimi fiorellini! poi mipiacciono molto gli impasti “neutri” proprio perchè permettono di regolare il dolce e non sono mai stucchevoli 🙂
    iun saluto e buona giornata

  4. 12/02/2015 at 19:37

    Io ti giuro che nella mia mano ce ne stanno almeno tre! E uno in bocca! 😀

  5. 12/02/2015 at 19:54

    Già solo leggere le tue parole mi ha messo l’acquolina!
    E’ il genere di coccola che piace anche a me, se potessi cliccherei MiPiace almeno altre venti volte!!!

  6. 13/02/2015 at 09:11

    hai recuperato alla grande! sono bellissime e anche quella a cuoricino mi piace tantissimo 🙂 un piccolo dolce dono friabile fuori e morbido dentro! romanticona mia! 🙂

  7. 13/02/2015 at 23:51

    Io adoro il contrasto fra una pasta neutra e un dolce ripieno/guarnizione.. amo la tarte tatin (parlando di sfoglia) e sono certa che queste hand pies sarebbero assolutamente nelle mie corde.
    Rimane la domanda sul perché non le abbia mai provate..e poi queste, con quel ripieno che ammicca allo strudel, una vera delizia!!

    Da provare!

    • 14/02/2015 at 00:45

      Anche a me piacciono molto le tartr tatin
      ..anche se non amo il burro, trovo che lì venga smorzato dalla leggerezza della frutta (o verdura, se salata).
      A questo punto le devi provare…non si scappa! 😁

  8. 15/02/2015 at 17:43

    Tu ci coccoli sempre. Che siano dolci o no. Anyway, queste hand pies sono strepitose!

  9. 16/02/2015 at 10:52

    Troppo belle! …non se scegliere il fiorellino o il cuore! Incantevoli! …le coccole dolci ci vogliono! …io peró dopo post dolci e picchi glicemici oggi sono andata di salato 😉

    • 16/02/2015 at 10:54

      Grazie! 😀
      Ci alterniamo allora!! Io mancavo dal dolce da troppo tempo…e un altro è in arrivo…
      Un abbraccio e buona giornata Terry!

  10. 19/02/2015 at 17:18

    Assolutamente da provare! io amo le mele <3

    • 19/02/2015 at 17:42

      Anche a me piacciono molto…e poi comunque puoi variare il ripieno come vuoi! ☺

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *