Rolls finger food A/R

Stavolta arrivo con la ricetta per l’MTChallenge quasi sul filo del rasoio.
Sono un po’ in affanno, tante cose da fare e a cui pensare, più le cose a cui dovrei pensare e che invece metto sotto il tappeto. Bah, un periodo così.
Però la sfida MTC non si salta e così raccolgo un po’ di idee e mi metto all’opera. Non sono mai particolarmente originale e stavolta meno di sempre, visto che di rolls di pesce in questi giorni ne ho visti a profusione. Ma avete presente quando avete già fatto la spesa e organizzato le idee per ogni singolo roll e per le decorazioni e al pensiero di dover ripensare tutto da capo vi viene voglia di gettare la spugna? Ecco, ho fatto un po’ così. Ed ero così poco motivata che dai tre iniziali ne ho fatti solo due, visto che l’ultimo non mi convinceva molto e il tempo era tiranno.

Mi dispiace, perché invece la sfida è molto bella. Giovanna, chef dalla professionalità e sensibilità pazzesca, ha proposto il tema dei rolls. Ossia rotolini da mangiare come finger food, perfetti per gli aperitivi e le cene informali. Un ingrediente che avvolge, un ripieno morbido con qualche inserto, e una decorazione più elegante possibile. I rolls dovrebbero essere così e se sbirciate nel post di Giovanna capirete benissimo cosa intendo. Eleganti e raffinati, una sinfonia di sapori perfettamente bilanciati per essere mangiati in un solo boccone. Una golosità preziosa e curatissima.

Ovvio che raggiungere le sue vette era impensabile per me e anche per questo ho voluto volare basso. L’ho fatto con un volo charter A/R: un roll esotico, per aprirsi al mondo e uno super-nostrale, per tornare a casa. Tutto qui. E spero che Giovanna non me ne voglia, ma questo è ciò che potevo dare stavolta.

rolls-2

Rolls A/R di primavera

Gli ingredienti indicati in ognuna delle ricette sono per un roll da circa 12 pezzi

Roll andata

100 g di pesce spada affumicato
1 avocado MATURO
10 gamberoni
sale
olio extravergine
aglio
paprika piccante
succo di limone
cucunci (frutti del cappero) e prezzemolo per guarnire

Scaldate in un tegame poco olio con uno spicchio d’aglio, quando è ben caldo, unite le mazzancolle, rosolateli per 2-3′, poi coprite e cuocete per 5′ circa. Fate raffreddare e sgusciatele.
Sbucciate l’avocado e schiacciatene la polpa con una forchetta, unendo un paio di cucchiai di succo di limone, quanto basta per non farlo annerire. Salate, unitevi le mazzancolle a dadini e poca paprika piccante.
Stendete un foglio di pellicola sul tavolo e disponetevi le fette di pesce spada leggermente sovrapposte in modo da formare un rettangolo. Spalmatevi sopra la crema di avocado, lasciando liberi un paio di cm sul lato lungo più lontano da voi. Iniziate ad arrotolare dal lato lungo più vicino a voi, aiutandovi con la pellicola.
Stendete sul tavolo altri due fogli di pellicola di 60 cm di larghezza sovrapponendoli parzialmente (circa 10 cm dei due fogli dovranno essere sovrapposti e ben aderenti l’uno all’altro in modo da ottenere un grande rettangolo). Trasferitevi il cilindro di spada senza la pellicola usata in precedenza e arrotolatelo con la nuova pellicola preparata, facendolo rotolare più volte in modo che i lembi si attorciglino e lo stringano dandogli una forma omogenea e regolare.
Chiudete con due nodi stretti e mettete il roll in freezer per almeno 2 o 3 ore, fino a quando non avrà la consistenza giusta per poter esser tagliato senza problemi.

rolls-4

Roll ritorno
2 zucchine chiare grandi
100 g di pane raffermo
12 filetti di alici sotto sale
10 fiori di zucca
aglio
olio extravergine
cetriolo per la base
lime e menta per guarnire

Tagliate il pane a dadini e ammollatelo con poca acqua, quanta basta per ottenere un impasto morbido.
Pulite i fiori di zucca, eliminando il peduncolo alla base. Passateli delicatamente sotto l’acqua corrente e tagliateli a striscioline.
Dissalate le alici. In una padella antiaderente fate sciogliere le alici con uno spicchio d’aglio, che poi toglierete. Unite il pane ammollato e fate insaporire per 2-3′, aggiungete i fiori di zucca e cuocete per altri 2′, unendo poca acqua se il composto dovesse asciugarsi troppo. Spegnete e fate raffreddare.
Tagliate le zucchine per il lungo, molto sottilmente, aiutandovi con una mandolina o un pelapatate.
Stendete un foglio di pellicola sul tavolo e disponetevi le zucchine leggermente sovrapposte in modo da formare un rettangolo. Spalmatevi sopra l’impasto di pane e alici, lasciando liberi un paio di cm sul lato lungo più lontano da voi. Iniziate ad arrotolare dal lato lungo più vicino a voi, aiutandovi con la pellicola.
Stendete sul tavolo altri due fogli di pellicola di 60 cm di larghezza sovrapponendoli parzialmente (circa 10 cm dei due fogli dovranno essere sovrapposti e ben aderenti l’uno all’altro in modo da ottenere un grande rettangolo). Trasferitevi il cilindro di spada senza la pellicola usata in precedenza e arrotolatelo con la nuova pellicola preparata, facendolo rotolare più volte in modo che i lembi si attorciglino e lo stringano dandogli una forma omogenea e regolare.
Chiudete con due nodi stretti e mettete il roll in freezer per almeno 2 o 3 ore, fino a quando non avrà la consistenza giusta per poter esser tagliato senza problemi.

rolls-3

per i biscotti salati al parmigiano
200 g di farina
80 g di burro freddo a dadini
20 g di parmigiano grattugiato
1 uovo medio
1 cucchiaio di acqua fredda
4 rametti di timo
1 pizzico di sale

Impastate la farina con il parmigiano, il sale, le foglioline di timo e il burro, sfregando tra le dita rapidamente per non riscaldarla troppo, fino ad ottenere un composto sbriciolato. Unite l’uovo leggermente sbattuto e e l’acqua, lavorate per pochissimo tempo, fino a che non sta insieme, fate una palla, appiattitela, avvolgetela nella pellicola e mettete in frigo per almeno un’ora.
Stendete la pasta brisée allo spessore di 2 mm su un piano leggermente infarinato o su un foglio di carta forno, dando colpi veloci con il mattarello e ruotandola per estenderla in maniera regolare in ogni direzione. Ritagliate tanti dischi del diametro leggermente più grande di quello dei rolls e cuocete a 180°C per 10′ circa.

Composizione

Togliete i rolls dal freezer e attendete il tempo necessario perché siano pronti ad essere tagliati (per me 45′ circa). Prendete le misure con un cm per tagliarli precisi, lo spessore dovrebbe essere di tra 1,5 e 2 cm.
Disponete ogni rolls alle acciughe sopra ad un biscotto al parmigiano e completate con un piccolo frutto di cappero e una fogliolina di prezzemolo.
Sbucciate e tagliate a rondelle un cetriolo e disponete sopra ad ognuna di esse un roll all’avocado. Decorate con un pezzettino di lime e una fogliolina di menta.

rolls-5

Note:

  • la dose per brisè è più abbondante del necessario. Potete tenere la pasta per fare una torta salata (si può anche congelare) oppure farne biscotti e usarli come pre-aperitivo nell’attesa che i rolls si scongelino!

Con questa ricetta partecipo alla sfida n. 68 dell’MTChallenge

banner mtc 68

 

Share

You May Also Like

18 comments on “Rolls finger food A/R

  1. 25/05/2017 at 08:03

    Cara Alice il tuo viaggio, mi sembra breve ma intenso. I tuoi roll, hanno colori tenui e bellissimi come la primavera e come sempre bellissimi scatti.

    • 25/05/2017 at 21:41

      Grazie mia cara compagna di avventure 😉

  2. 25/05/2017 at 09:33

    a mio avviso sei troppo modesta e iper critica con te stessa. non c’entra il volare alto o basso, l’importante è l’armonia di gusti, consistenze e colori e qui c’è tutto, unito ad un gusto raffinato e sobrio come te. Ogni volta che passo di qui vedo quello che ho percepito di te riflesso nei tuoi piatti, ti sembra poco?
    ps: una sola curiosità, nel rotolino alle alici non c’è né olio né burro, te lo sei dimenticato negli ingredienti o è proprio così? ok la sobrietà 😉 ma dai un po’ di burro non ce lo vedrei male e hai fatto pane burro e alici, che altro? 😀

    • 25/05/2017 at 21:41

      Me lo sono dimenticato!! Ho messo un po’ di olio, adesso lo aggiungo. E grazie, per tutto 🙂 🙂 🙂

  3. 25/05/2017 at 09:36

    Il tuo tocco delicato è rappresentato benissimo in questi roll. Come sempre, del resto!

    • 25/05/2017 at 21:40

      Grazie Tina 🙂

  4. 25/05/2017 at 13:22

    Ecco. Questa si che è una presentrazione! sono splendidi

    • 25/05/2017 at 21:37

      Disegnino?! 😉

  5. 25/05/2017 at 14:11

    Mi fai morire Alice e mi vien voglia di darti un abbraccio stretto. Siamo i peggior critici di noi stessi. Io apprezzo l’inventiva, come sei riuscita a sbrogliarti con l’idea dell’A/R e le splendide foto.

    Un bacio a te!

    • 25/05/2017 at 21:36

      Grazie cara Mile! Un abbraccio!

  6. 25/05/2017 at 15:30

    Anche quando ti sembra di aver fatto il minimo in realtà sfoderi qualcosa di elegante e tutt’altro che mediocre. Ha ragione a Mile!

    • 25/05/2017 at 21:36

      Come si fa il cuore con la tastiera?! 😀

  7. 25/05/2017 at 22:27

    Sono bellisimi!

  8. 26/05/2017 at 11:16

    Belli e delicati. Mi piacciono molto.

  9. 27/05/2017 at 17:33

    Ciao Alice, grazie per questa tua preziosa partecipazione. Come gioielli i tuoi roll: delicati, perfetti fin nel minimo dettaglio, tanto che le basi sembrano perdersi nei roll stessi e viceversa. Tutti i colori e profumi della primavera racchiusi in queste splendide immagini (splendide come sempre tu sai fare). Complimenti!!!!

  10. 30/05/2017 at 07:44

    il tuo limite e’ il tuo pregio piu’ grande. Ed e’ un limite in questo mondo che conosce solo aggressivita’ arroganza e “io-io-io”. Perche’ se fossi in un romanzo della Austen, tu saresti la moglie di Darcy e di tutti gli altri suoi personaggi, capaci di cogliere intelligenza, ironia, bravura, impegno attraverso il velo della delicatezza che contraddistingue tutto quelo che fai.
    in poche parole, ti tocca accontentarti della Van Pelt 😉
    Sono bellissimi, questi rolss. E’ bellissima l’ispirazione, bellissima l’ironia, bellissima la concezione e bellissimo il modo in cui hai scelto di presentarli e di fotografarli.
    Fattene una ragione 🙂

  11. 30/05/2017 at 10:54

    A proposito di gioielli… mi presti questi orecchini o c’è il rischio che li mangio? Ahaha! Scherzi a parte, che belli i rolls, fatti in questo modo! Amo gli ingredienti scelti e la sensazione generale di candore… tutto chiaro, tutto bianco, tutto delicato, tutto fresco! Sei brava… e chi osa, per me, ha una marcia in più! 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *