Che, in toscano, vorrebbe dire “non vi fate prendere per le mele”, ovvero non fatevi prendere in giro!! Ma chi l’ha detto che per fare un primo gustoso e diverso dal solito ci vogliono tempo e fatica?! Forse sono i sigg. Findus, Buitoni e co. che ce lo vogliono far credere, per scoraggiare i poveriContinue reading

0
Share

Ebbene sì, dopo essermi scagliata contro i pregiudizi verso la cucina vegetariana (qui), ecco che improvvisamente mi scopro anch’io vittima di ottusi preconcetti. Anche se in maniera abbastanza inconscia, ho sempre rigettato l’idea di una cucina vegan. La associavo a piatti tristi, preparati con ingredienti improbabili e costosi e – cosa ancora più rilevante per me – poco equilibratiContinue reading

0
Share

Certo, ricevere un mazzo di fiori è sempre una gradita sorpresa. Ma ogni volta che mi capita, poi, non posso fare a meno di pensare alla brevità della loro vita, allo spreco, all’innaturalità del tenere fiori recisi in casa. L’armonia della composizione, l’allegria dei colori, il profumo che si diffonde…tutto esaurito in breve tempo, eContinue reading

0
Share

Torino in sintesi: la Mole, tre amiche e una folata di felicità. C’è molto di più, va bene, ma per me è questo. E anche i grissini, perchè no. I miei non sono proprio quelli tradizionali, perchè li volevo secchi e croccanti e li ho fatti senza lievito, ma mi piace comunque associarli alla cittàContinue reading

1
Share

Che mi piacciano i dolci, e in particolare la piccola pasticceria, mi pare l’abbiate capito. Ma non di soli glucìdi vive l’uomo, giusto? Quindi, anche per rassicurare mia mamma sul fatto che non mi nutro soltanto di pasticcini e gelati, signori e signore, ecco a voi la ricetta per un secondo piatto di carne! Quasi incredibile,Continue reading

0
Share

Prendo ispirazione da seunanottedinvernounlettore e faccio anche io la mia personalissima anamnesi letteraria. Siete pronti? Si comincia!! 1. Diabete. Un libro troppo, troppo dolce. In genere, se subodoro un eccesso di dolcezza, evito il libro come la peste. Ma una sensazione del genere me l’ha lasciata Siddharta, di Herman Hesse. L’ho trovato un po’ stucchevole. 2. Varicella.Continue reading

0
Share

Avete presente quando non vi volete sbattere più di tanto e cercate un piatto unico semplice e sostanzioso da fare con gli ingredienti che avete in casa? Ecco, di recente mi sono imbattuta (qui) in una ricetta che soddisfa ampiamente questi parametri. Si tratta di un rösti, un piatto svizzero a base di patate che può essereContinue reading

0
Share

Avete presente la sparabiscotti? Nooo?! E’ quel fantastico attrezzo di forma cilindrica con un meccanismo di scatto che rilascia dosi di impasto omogenee e che vi permette di fare biscotti di tante forme diverse alla velocità della luce. Si trova ormai in moltissimi negozi di casalinghi, ha un prezzo contenuto ed è di grande soddisfazione…aContinue reading

1
Share

Un caldo mercoledì di giugno a Londra, la Grande Guerra terminata da poco, una donna trascorre la giornata in attesa del ricevimento che darà la sera stessa. Questa, in sostanza, la trama de “La signora Dalloway”, di Virginia Woolf. Non che la trama interessi granchè, in effetti. Di eventi ce ne sono pochi, e tuttiContinue reading

0
Share

Sono passati molti anni da quando, la mattina di Pasqua, ci trovavamo a casa dei nonni per la tradizionale colazione: “ciaccia di Pasqua” (che sarebbe una torta salata al formaggio), capocollo, uova sode e vino rosso.  Per concludere, uno spicchio di ciambella. Nella mia famiglia quella tradizione oggi non esiste più, ma rimangono i bei ricordiContinue reading

0
Share

Se dico la parola “lusso” a cosa pensate? Gioielli, abiti firmati e scarpe di Jimmy Choo? Oppure un soggiorno da mille e una notte nella Royal Suite di un grandhotel di Dubai? O una giornata tutta per voi da trascorrere alle terme con le amiche? Le definizioni di lusso sono tante quante i cuori pulsanti eContinue reading

0
Share

Certo, un po’ di disappunto, a leggere “Mondo senza fine” di Ken Follett, lo si prova. Se non altro per il profluvio di luoghi comuni – soprattutto nei rapporti tra uomo e donna – che vi fa venire voglia di prendere l’autore per le spalle e scuoterlo vigorosamente per vedere se si ripiglia. (Per non parlare della rappresentazioneContinue reading

0
Share