Ravioli ripieni di mortadella e stracchino con cipolle caramellate

I giorni di lavoro inframmezzati ai ponti e alle feste sono sempre un po’ strani.
Si lavora ma ci si sente per metà in vacanza, si è più svagati e gli appuntamenti di routine tendono a sfuggire.
Quest’anno per me sono stati giorni di riflessione, dal ritmo lento e misurato. Giorni di passi, con meno cucina e più letture, giorni di sogni sconnessi e realtà dai contorni incerti.
È come se avessi bisogno di prendere un po’ le distanze da tutto e il farlo mi rende immediatamente più rilassata.

Questi tempi lunghi sono perfetti per la pasta fresca, da fare in una mattinata nuvolosa e placida.
Ho tirato fuori la spianatoia, la mia macchinetta per la pasta, uova e farina e via a impastare.
Ho trovato ispirazione in un vecchio numero di Sale e pepe, per questi ravioli con un ripieno facile e saporito: mortadella e stracchino. Altrettanto semplice il condimento: morbide cipolle caramellate e una croccante granella di pistacchi. Da mangiare con calma e attenzione, come si dovrebbe sempre fare.

Ravioli ripieni di mortadella e stracchino con cipolle caramellate

Porzioni: 4       Tempo di preparazione: 2 ore       Tempo di cottura: 5-6 minuti

Ingredienti

per la pasta
300 g di farina
3 uova
un pizzico di sale

per il ripieno
300 g di mortadella
300 g di stracchino
75 g di parmigiano grattugiato

per il condimento
3 cipolle dorate piccole
olio extravergine di oliva
3 cucchiai di aceto di lamponi (o aceto di vino rosso)
1 cucchiaio di zucchero semolato
4 cucchiai di granella di pistacchi
sale

Tritate la mortadella con il frullatore e mescolatela con lo stracchino e il parmigiano fino ad avere un composto omogeneo. Conservate in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Sbucciate le cipolle e affettatele allo spessore di 2-3 mm.
Scaldate 3 cucchiai di olio in una padella e fatevi rosolare le cipolle per un paio di minuti. Unite lo zucchero, mescolate bene e alzate la fiamma.
Quando le cipolle inizieranno a caramellare, versatevi l’aceto, fate sfumare un paio di minuti, poi salate, coprite e fate cuocere per 10 minuti circa a fiamma bassa o fino a che le cipolle non saranno morbide.

Setacciate la farina in una ciotola capiente e fatevi un foro al centro. Versatevi le uova sgusciate e il sale iniziate a impastare con una forchetta. Quando le uova saranno state assorbite proseguite a mano sulla spianatoia. Impastate per 5 minuti circa, poi coprite l’impasto con una ciotola rovesciata e fatelo riposare 20 minuti.

Stendete la pasta con la macchinetta (ultima tacca) in una lunga striscia.
Disponete sulla striscia di pasta dei mucchietti di ripieno di mortadella (circa un cucchiaino) distanti 2-3 cm l’uno dall’altro. Coprite con un’altra striscia di pasta e premete con i polpastrelli per sigillare bene i bordi tutto attorno ai mucchietti di ripieno, avendo cura di far uscire bene l’aria, poi tagliate i ravioli con una rotella tagliapasta.

Mano a mano che li fate, sistemateli su un vassoio coperto con un canovaccio e spolverato con semola o farina.

Cuoceteli in abbondante acqua bollente per pochi minuti, poi conditeli con le cipolle caramellate e completate con la granella di pistacchi.

Share

You May Also Like

2 comments on “Ravioli ripieni di mortadella e stracchino con cipolle caramellate

  1. 05/05/2019 at 07:54

    Da piccola aiutavo la nonna a tirare la pasta girando la manovella o chiudendo i ravioli. Da allora non ho più fatto nulla di tutto questo ma hai ragione, certe preparazioni hanno un passo cadenzato che si adatta a queste giornate. L’abbinamento dei sapori sarà anche semplice ma mi piace molto.

    • 09/05/2019 at 21:32

      Grazie Viv! Dei ravioli io non mi stanco mai, danno così tante posisbilità di ripieno…

Leave a Reply to Stravagaria Cancel Reply

Your email address will not be published.

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.