Biscotti Oreo fatti in casa

Non capisco molto da dove nasca la mania collettiva per i biscotti Oreo, ma sta di fatto che negli ultimi due o tre anni li si trovano usati in un’infinità di ricette, soprattutto americane, alla stregua di ingredienti come farina e zucchero. Come se fossero semplici componenti di base di una ricetta, piuttosto che biscotti fatti e finiti. Ma, del resto, dalle ricette statunitensi non ci si può aspettare nulla di diverso.
Quel che non capisco è questa predilezione generalizzata, dal momento che sono buoni ma non migliori di tanti altri biscotti. Forse, come sempre, si tratta semplicemente di mode.

Io li ho mangiati poche volte, essenzialmente all’estero. Il fatto è che alla fine di ogni pasto ho bisogno di qualcosa di dolce, una cosa piccola ma che mi gratifichi. Non posso sempre prendere un dessert al ristorante, non è nemmeno quello che vorrei, in realtà. Così, quando siamo in vacanza, al primo supermercato facciamo scorta di generi di conforto e prendiamo anche una confezione di Oreo, che diventano il mio perfetto dolcino portatile da fine pasto.

Ero molto curiosa di vedere se gli Oreo fatti in casa si sarebbero avvicinati a quelli comprati e la risposta è – come quasi sempre in questi casi – che gli assomigliano ma sono molto più buoni.
Inoltr mi piaceva l’idea di poterli fotografare: la forma lineare e precisa, il contrasto netto tra il bianco della farcitura e il nero del biscotto, la loro regolarità.
Unica concessione rispetto agli originali, invece che dei dischetti lisci ho fatto dei cerchi dentellati. Come piccoli ingranaggi di dolcezza dai quali sarà difficile fuggire, una volta che ci siete finiti dentro 😉

Pur essendo Oreo fatti in casa, e quindi sicuramente più “sani” di quelli comprati, rimangono sempre biscotti molto calorici e burrosi. Si consiglia un consumo moderato…se ne siete capaci!

Biscotti Oreo

Quantità: circa 26 biscotti accoppiati      Tempo di preparazione: 30 minuti + 1 ora di riposo       Tempo di cottura: 15 minuti

Ingredienti

per i biscotti
150 g di farina 0
50 g di farina di riso (potete anche usare tutta farina 0)
50 g di cacao amaro
125 g di burro morbido
80 g di zucchero a velo
1 uovo
2/3 di cucchiaino di sale fino

per la farcitura
125 g di burro morbido
80 g di zucchero a velo
40 g di latte condensato
estratto di vaniglia

Iniziate dai biscotti. Setacciate insieme le farine, il cacao e il sale e tenete da parte.
Montate il burro con lo zucchero usando delle fruste elettriche, poi unite l’uovo a continuate a montare. Unite infine il composto di farina, incorporandolo con una spatola. Compattate l’impasto con le mani, formate una palla, appiattitela e avvolgetela nella pellicola per alimenti.
Riponete in frigo per almeno 1 ora.

Per la farcia, montate il burro con lo zucchero e l’estratto di vaniglia (mettetene poche gocce e poi assaggiate: siete sempre in tempo ad aumentare). Unite infine il latte condensato, mescolate bene e riempite con il composto una tasca da pasticciere con bocchetta liscia.

Riprendete la frolla e stendetela con il mattarello su un piano leggermente infarinato o tra due fogli di carta da forno per evitare che si attacchi. Dovrà avere lo spessore di 3 mm circa.
Ritagliate i biscotti con un tagliapasta, disponeteli su una teglia ricoperta con carta da forno e riponete in frigo per 20 minuti mentre impastate i ritagli di pasta per fare altri biscotti.
Cuocete a 180°C per 14 minuti circa.

Quando i biscotti saranno freddi, farciteli con la crema al burro e accoppiateli a due a due.

Note:

  • considerando la presenza del burro è meglio non tenerli fuori dal frigorifero per più di un giorno o due, in inverno. In estate, solo per poche ore.

Share

You May Also Like

7 comments on “Biscotti Oreo fatti in casa

  1. 04/01/2019 at 10:13

    Questi li devo provare… Mi sa che finiranno dritti nel quadernino! ☺️

    • 07/01/2019 at 22:14

      Spero proprio di sì! 😀

  2. 07/01/2019 at 21:04

    Ci tenevo a inaugurare l’anno nuovo qui, perchè la mia anima antisocial mi fa sempre preferire di gran lunga le pagine spaziose e le foto grandi 🙂 Me le godo bene, quanto mi godrei questi biscotti senza sensi di colpa, perchè ho fatto pace con certe cose e io della vita prendo tutto, specialmente il lato dolce, burroso e che dà soddisfazione… se me lo servi così, mi ci fiondo! E se gli Oreo commerciali non li mangio mai, i tuoi hanno un aspetto molto più invitante… pazienza se il Natale è passato, io voglio ancora le lucine e le stelline! 😀

    • 07/01/2019 at 22:15

      E anche io sono venuta a cercarti dove c’è più tempo e spazio…che mi piace troppo di più 🙂
      Grazie cara Francesca e un abbraccio…e ti aspetto! 😉

  3. 09/01/2019 at 07:57

    Decisamente mode. Mai provati ma non ho dubbi che i tuoi siano deliziosi e più buoni.

  4. 24/10/2019 at 07:47

    Scusa ma questi…non sono Oreo. Gli Oreo sono vegan: senza latte condensato, senza burro e senza uova…e in definitiva non credo siano nemmeno più salutari di un biscotto tipo il Ringo( forse intendevi rifare questi, non gli Oreo). Comunque molto belli.

    • 27/10/2019 at 17:11

      Ciao Maria, non so quale sia la ricetta precisa degli Oreo, li ho chiamati così perché questi biscotti gli assomigliano molto sia come forma che come sapore, molto più che ai Ringo.
      Sul fatto che siano salutari, non ci sono speranze, credo che nessuno dei due biscotti lo sia 😀
      Sono contenta che ti siano piaciuti, grazie!

Leave a Reply to Mile Cancel Reply

Your email address will not be published.

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.