Mrs. Harris goes to Paris (and Mrs. Harris goes to New York) – Paul Gallico

united_kingdom_640

Click to translate

Mrs. Harris è una donna delle pulizie londinese: una donna dalla vita semplice, che vive in una routine ottimista e laboriosa. Un giorno vede un abito di Dior nel guardaroba di una delle sue datrici di lavoro e rimane folgorata. Se ne innamora al punto che decide che ne vuole uno per sé. Non per indossarlo, ma per il puro amore del bello, per il piacere di possedere un oggetto quasi divino.

Inizia così la vicenda che vedrà la non più giovane Ada Harris fare sacrifici ed economie e affrontare prove apparentemente insuperabili, per un semplice rappresentante della working class inglese degli anni ’50, fino a giungere a Parigi, alla Maison Dior, a un passo dall’abito dei suoi sogni.

Come finisce non ve lo dico, ma vi consiglio caldamente questo libro se volete leggere qualcosa di spensierato e che, al tempo stesso, vi scaldi un po’ il cuore. È una fiaba, di quelle che da adulti non si leggono più.

Comico e surreale, è scandito da episodi inverosimili quanto divertenti e si avvantaggia di una protagonista davvero azzeccata, che non potrà non conquistarvi.
Mrs. Harris con i suoi modi bruschi e diretti, con il suo essere down-to-earth, si scontra spesso con una realtà che sembra sbarrarle la strada da tutte le parti e che a volte le risulta incomprensibile. Ma dopo il primo momento di scoramento, la London char si impettisce, si rimbocca le maniche e trova una via tutta sua per avvicinarsi all’agognato oggetto del desiderio.

E così, di ostacolo in ostacolo, Mrs. Harris vola a Parigi (lei, inglese!), conosce un mondo – quello dell’haute couture –  agli antipodi rispetto al suo, e nel giro di pochi giorni cambia radicalmente la vita delle persone che incontra. Tutto questo con la naturalezza e il senso pratico di chi è abituato da una vita a rimettere in ordine e fare pulizia nelle case altrui, non facendosi spaventare da niente. Una sorta di Mary Poppins con qualche anno in più sulle spalle ma la stessa carica energetica positiva e contagiosa.

Il secondo romanzo, contenuto nello stesso volume, racconta un’altra avventura di Mrs. Harris che, con la fidata amica Mrs. Butterfield a farle da ansiosa e silenziosa spalla, vola fino a New York, verso nuove surreali e divertenti avventure. Anche stavolta il romanzo è gradevole e a tratti paradossale, ma privo della freschezza del primo.

Con Mrs. Harris si sorride spesso, a volte si ride proprio, e soprattutto si riesce – pur se per un attimo – a recuperare una capacità che sembriamo aver completamente perduto: la pietà per i nostri simili. E per pietà non intendo altro che umana comprensione per le debolezze, le paure e i difetti altrui, riconoscendoli come specchio dei propri.
La piccola donna delle pulizie è capace di una profonda empatia: si avvicina a chiunque con grande semplicità, che si tratti di un bambino, di un ambasciatore o di un sovrano, e con altrettanta naturalezza ne conquista – quasi inconsapevolmente – la simpatia e l’affetto, fino a rendersi indispensabile a chiunque l’abbia conosciuta.
La sua figura piccola e impettita ci ricorda che dovremmo davvero fare qualche passo nelle scarpe degli altri prima di ergerci a giudici delle loro vite e che la perfezione non è di questo mondo. Nel momento in cui faremo nostra questa consapevolezza, sapremo apprezzare tutto ciò che c’è nello spazio tra noi e la perfetta felicità.

Nel 1992, dal romanzo è stato tratto tratto un film per la televisione con Angela Lansbury in veste di protagonista.

Vi segnalo l’edizione inglese che ho letto e che contiene entrambi i romanzi. In italiano sono invece divisi in due volumi, editi da Frassinelli (La signora Harris e La signora Harris va a New York)


mrs_harris_goes_to_paris__mrs_harris_goes_to_new_yorkMRS HARRIS GOES TO PARIS and MRS HARRIS GOES TO NEW YORK

Autore: Paul Gallico

Edizioni: The Bloomsbury Group

Anno: 1958

Pagine: 306

Prezzo: £ 7.99/ € 11

Share

You May Also Like

6 comments on “Mrs. Harris goes to Paris (and Mrs. Harris goes to New York) – Paul Gallico

  1. 14/05/2015 at 15:51

    Ho letto il primo nell’edizione italiana e lo ricordo come una piacevole lettura, volevo procurarmi il secondo ma da quel che scrivi è meno accattivante. Chissà…se me lo trovo in offerta su Amazon magari lo prendo. 😉

    • 14/05/2015 at 15:59

      Sì, il secondo è meno riuscito, ma comunque divertente…soprattutto ora che si va verso l’estate te lo consiglio! 😉

  2. 14/05/2015 at 20:21

    E’ proprio quello che mi serve! Grazie per la dritta, l’ho acquistato pochi minuti fa.

    • 14/05/2015 at 22:19

      Mi fa piacere! Spero che ti piaccia…attendo le tue impressioni! 🙂
      Buona serata,
      Alice

  3. 15/05/2015 at 20:34

    Ne avevo già sentito parlare come una lettura divertente quindi l’ho inserito nella mia lista (infinita) dei desideri! Buon fine settimana 🙂

    • 15/05/2015 at 20:58

      Uuuhh anche la mia lista è infinita!! Se prima o poi arriverà il suo turno sono certa che ti piacerà! 😉
      Buon fine settimana anche a te! 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.