Arte e cibo: spunti per sorridere

united_kingdom_640

Non un vero e proprio post, ma un semplice divertissement con cui aprire il weekend, per vedere se suscita anche in voi il sorriso che ha ispirato a me.

Ho visto che negli ultimi tempi è molto gettonata la mia tarte tatin di cipolle rosse caramellate. Non so se sia un caso, o se la stagione ispira questo genere di comfort food, o piuttosto se il signor Google ha deciso di premiarla per motivi che non voglio indagare.
Fatto sta che me la trovo spesso davanti quando curioso nelle statistiche.

Sarà per questo che, in occasione di una recente gita a Cortona, visitando la piccola chiesa quattrocentesca di S. Nicolò ho avuto una folgorazione. Mentre mi avvicinavo alla chiesa, passeggiando nel piccolo cortiletto chiuso da un basso muro fiancheggiato da cipressi, ho alzato lo sguardo e ho visto il piccolo e semplice rosone sopra alla porta principale.

tatin-1

In un primo momento mi ha colpito per i colori, vari toni di viola che sono da sempre tra i miei preferiti.

Ma poi la vedo. E’ lei. La mia tarte tatin! 🙂 🙂 🙂

tatin

Dite che sono matta!?! Può darsi…tanto è vero che al mio ragazzo non gliel’ho mica detto!
Ma il rimando è così evidente che non ho potuto far altro che meravigliarmi e sorridere tra me e me.

E adesso mi chiedo se il mastro vetraio non fosse un amante delle cipolle e possa aver tratto spunto da qualche focaccia farcita di cipolla per realizzare la sua opera… Sono un caso senza speranza!

differenze

Share

You May Also Like

32 comments on “Arte e cibo: spunti per sorridere

  1. 03/01/2015 at 10:33

    😀 troppo carino! In effetti è impossibile non notare la somiglianza evidente!!! 🙂 🙂 🙂

  2. 03/01/2015 at 10:36

    E’ proprio lei, senza dubbio 😀 Buon proseguimento Alice <3

  3. 03/01/2015 at 13:59

    Immagino la bella emozione ce hai provato quando hai visto il rosone! Forse è un segno del destino, chissà! Le differenze? La tua tarte tatin trasmette affetto e sapore… e pare quasi pure più simmetrica del rosone… 🙂 Due opere d’arte con uno spirito unico.

    • 03/01/2015 at 20:35

      Davvero!! È stato come incontrare un amico! ☺
      Grazie per le tue parole…mi rendi felice! ☺

  4. 03/01/2015 at 19:56

    Bellissime foto! Bellissimo e buonissimo blog!

  5. 03/01/2015 at 22:13

    te mi fai morire….è veroooooooooooooooo…ci assomiglia tantissimo….come si fa a non notarlo??? eppoi adesso con una canon in mano tutto si guarda con occhi diversi vero? ed i particolari balzano agli occhi in modo diverso!!! buon anno cara alice…proprio oggi siamo passati dal cibreino e ci sei venuta in mente …con la tua gentilezza …e spero di rivederti prestissimo <3

    • 03/01/2015 at 23:42

      E’ proprio vero Enrica…con una macchina del genere tutto sembra degno di essere immortalato! 🙂
      Mi fa tanto piacere sapere che mi avere pensato…spero anche io di rivederti presto, stavolta magari con più calma! 🙂
      Nel frattempo ti auguro un 2015 scintillante e appassionante…che sia all’altezza delle tue aspettative! Un bacione!

  6. 03/01/2015 at 23:31

    Fantasia femminile

  7. 04/01/2015 at 09:55

    Bellissimo, non saprei chi addentare (ehm meglio che stia attenta se non desidero rompere un’opera d’arte e i denti, nell’altro caso farei comunque fuori un’opera artistica di grande rilievo). Buon anno

    • 04/01/2015 at 19:19

      Grazie!! Il rischio di sbagliare rende l’assaggio molto pericoloso!! 🙂
      Un sereno 2015 anche a te!

  8. 04/01/2015 at 11:06

    😀 ahahah sei una forza amica mia!!!!

  9. 04/01/2015 at 11:07

    Meraviglioso! Vorrei vederne una serie, se ci fosse il libro lo comprerei subito.
    Arte italiana e piccola pasticceria: i grandi maestri a confronto.

    • 04/01/2015 at 13:02

      Stavo proprio pensando di fare una raccolta…mi piacerebbe…Ma non sarò sempre così fortunata! Vuol dire che cercherò di osservare di più ciò che mi circonda, un esercizio sempre utile!
      Grazie e buona domenica!

  10. 04/01/2015 at 13:17

    Caspiterina è vero sono due gocce d’acqua! Bellissimi entrambi già solo per le tonalità del viola che i adoro, anche se a quest’ora preferisco di gran lunga la tua tarte . 🙂
    Buon anno
    Elisabetta

    • 04/01/2015 at 19:06

      Grazie!! Effettivamente addenterei più volentieri la tarte! 🙂
      Buona anno anche a te e…organizziamo presto un ritrovo per un caffè!

  11. 04/01/2015 at 20:28

    Tesoro non posso non farti gli auguri di buon anno.
    Auguri!!
    Come sono andate le feste?
    Luna

  12. 04/01/2015 at 20:43

    Eh si Adesso si riprende, almeno dopo la Befana!
    Luna

  13. 05/01/2015 at 00:41

    Ma che meraviglia Alice la tua tarte tatin!! COmunque non ti preoccupare ho le visioni anch’io, da sempre 😉 Kamp

  14. 05/01/2015 at 13:03

    Beh, sei una grande! Dovevo dirtelo, subito… perchè chi intreccia arte, fantasia e cucina ha davvero una marcia in più! Viva gli occhi vivi, accesi, che notano tutto…
    Le cipolle sorridono con me, nessuno le aveva “elevate” così tanto… 🙂

  15. 05/01/2015 at 18:25

    ahahah forte! magari il mastro vetraio si era ispirato alla cucina della moglie 🙂

  16. 08/01/2015 at 17:46

    Eccezionale!!!!

  17. 20/01/2015 at 16:19

    è semplicemente bellissimo!

  18. 29/01/2015 at 12:49

    Solo una parola: meraviglia. Alloo stato puro. Non sai quanto mi affascinano scelti parallelismi, come questo 😀
    Spero di trovare un’idea che sia all’altezza di partecipare al tuo contest
    Un abbraccio cara Alice a presto!

    • 29/01/2015 at 13:01

      Grazie Cinzia! Mi fa piacere che apprezzi lo spunto…e spero davvero che tu riesca a partecipare! 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Ho letto la privacy policy e accetto il trattamento dei miei dati personali in accordo col Dlgs 196/2003.