Crostata di fichi e rosmarino

united_kingdom_640

Ma quanto mi piacciono i fichi!!!
Sarà perché ci sono per pochi giorni all’anno e hanno il fascino della rarità, sarà perché di comprarli non se ne parla nemmeno, e quindi la lunga attesa dei tempi della natura ne aumenta il desiderio…
Dolci, succosi, con i loro microscopici semini che scrocchiano in bocca, mentre il rosso rubino della polpa zuccherosa  brilla sotto il sole. Li apri a metà e diventano una lusinga, un richiamo irresistibile ad addentarli…in un ultimo, dolcissimo saluto all’estate.
Per me sono una meraviglia della natura e sarei capace di mangiarne 10 di fila. Mi piacciono così tanto che li mangio solo in purezza, mai in torte o piatti cucinati, ma semplicemente così, colti dall’albero e assaporati.

fichi4

Questa volta, però, ho fatto un’eccezione.
Appena ho visto questa crostata me ne sono innamorata, sia per la bellezza della presentazione che per il mix di sapori. E, dopotutto, i fichi venivano rispettati nella loro peculiarità e lasciati quasi al naturale, a far bella mostra di sè sulla superficie della crostata.
Dovevo provare a tutti i costi.
Unico problema: quest’anno, da me, praticamente non ci sono fichi. Tragedia!
Tanto ho rotto le scatole, che il super babbo è riuscito nell’intento e quando sono tornata a casa, lo scorso weekend, ne ho trovate ben due cassettine! Così, oltre a questa splendida crostata, ho potuto anche mangiarli al naturale, come li amo di più.
E finalmente è stato davvero Settembre.

crostata-fichi19

La crostata viene dritta dritta dallo staff di Re-Cake, iniziativa promossa da Elisa, Miria, Sara, Silvia e Silvietta, che ogni mese ci propongono un dolce da replicare, con alcune possibili varianti.
Al posto del mascarpone previsto nella ricetta originale, troppo grasso e forte, per i miei gusti, ho messo del quark (o topfen), un formaggio morbido di cui vi ho parlato qui. Volendo aggiungere un ulteriore ingrediente per caratterizzarla, la scelta è rapidamente caduta sulle noci: l’accoppiata perfetta con fichi, yogurt e miele! Qualche gheriglio sparso qua e là sul fondo della crostata è una piacevole sorpresa per il palato, e smorza un po’ il sapore burroso della pasta.

Io l’ho adorata, e anche chi l’ha assaggiata ha apprezzato in maniera entusiastica. Sono pronta a rifarla. Babbo…mi trovi qualche altro fico…?!? 😉

CROSTATA DI FICHI E ROSMARINO

Per la pasta:

  • 150 g di farina 00
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 50 g di zucchero
  • 1 tuorlo
  • 1 pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 8 fichi maturi (a me ne sono bastati 4)
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 2 rametti di rosmarino
  • 250 g di quark/topfen (o mascarpone)
  • 100 g di formaggio caprino morbido
  • 60 g di yogurt greco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 50 g di miele
  • 7  noci

crostata-fichi25

Con un mestolo, lavorate il burro lo zucchero fino a raggiungere una consistenza cremosa. Aggiungete il sale e la farina e lavorate fino a che non è del tutto assorbita. Poi unite il tuorlo, impastate velocemente e formate una palla. Appiattitela, avvolgetela nella pellicola e fate riposare in frigo per un’ora.

Passate i fichi con un panno umido per rimuovere le impurità esterne. Tagliateli a metà (o in quarti, a seconda della decorazione che vorrete fare sulla vostra crostata) e sistemateli sulla placca del forno. Cospargeteli con lo zucchero di canna e gli aghi di rosmarino e fate grigliare a 200° per circa 10 minuti o finché non si caramellano.

Togliete la pasta dal frigo 15 minuti prima di lavorarla. Stendetela con un mattarello allo spessore di 2-3 mm e foderate uno stampo precedentemente imburrato del diametro di 24 cm. Coprite il fondo con carta forno, versatevi dei legumi secchi e cuocete a 180° per 30 minuti (cottura in bianco). Dopo i primi 20 minuti rimuovete la carta forno e i legumi (i legumi possono essere utilizzati normalmente in seguito, non buttateli). Sfornate e fate raffreddare. La crostata sarà molto friabile e tenderà a rompersi quindi fate molta attenzione quando la maneggiate.

Sgusciate le noci; con le mani, spezzettate i gherigli abbastanza finemente e distribuiteli sul fondo della crostata.

Mescolate il caprino con il quark, lo yogurt greco, lo zucchero e il miele. Versate la crema nel guscio di crostata, livellatela con una spatola e poi decorate con i fichi caramellati. Conservatela in frigo, tirandola fuori 10 minuti prima di servirla.

crostata-fichi17bis

 

 

crostata-fichi2

Con questa ricetta partecipo a Re-cake 11

re-cake-wants-you

Share

You May Also Like

28 comments on “Crostata di fichi e rosmarino

  1. 12/09/2014 at 10:30

    Mi sa che qui c’è lo “scatto” di una macchinina nuova 😉 Stanotte ho sognato i fichi, pasticciavo tra frolle ecc. , trovo sublime l’abbinamento col rosmarino, il tocco di classe. Invece dovrò trovare quella teglia rettangolare, me l’ero costruita da sola ritagliando una teglia in alluminio ma non è lastessa cosa. Ciao Alice, buo fine settimana: Alice è perfetto, è tuo, dolcezza, educazione, discrezione, pacatezza, diciamo tutto il contrario di me 😉 Un abbraccio <3

    • 12/09/2014 at 12:11

      Sì!! C’è la nuova macchina fotografica!! 🙂 🙂 Che occhio…
      Ancora però devo imparare ad usarla…diciamo che queste son le prima prove. Sono contenta che si veda la differenza!
      La teglia è una ganzata, l’avevo vista su un blog e me ne sono subito innamorata…
      Grazie delle tue parole mia cara Libera…tu sei troppo buona…e non ci credo che sei così terribile come vuoi far credere! 😀
      Un abbraccio >3

  2. 12/09/2014 at 10:30

    Hai ragione su tutto e condivido! Anche io se devo scegliere li preferisco al naturale, ma questa crostata è davvero bella!!! E immagino anche molto molto buona, secondo me la sostituzione del mascarpone è stata vincente!!

    • 12/09/2014 at 12:28

      Grazie! Sono sicura che con il mascarpone mi sarebbe piaciuta meno…così la cremina aveva un spore davvero celestiale! 😉

  3. Mamma che meraviglia di crostata! Davvero spettacolare! Anche io amo i fichi terribilmente e in purezza come te. Solo una volta ho sperimentato una torta salata. E’ curioso sentire che per te sono un appuntamento breve e settembrino, quando per me invece è un appuntamento molto più lungo e di agosto! A Paola abbiamo degli alberi che ogni giorno ci regalano frutti e frutti, forse troppi, anche se è un peccato dirlo e quasi ogni giorno andiamo a riempire cesti e cesti, che naturalmente regaliamo. Peccato che quando io sia lì non abbia nè il tempo nè la voglia di stare in cucina. Ho giusto quella di mangiarli, così, ancora caldi di sole, con tutta la buccia e leccarmi poi le dita. Mi piacerebbe poter farteli assaggiare e sapere cosa ne pensi.
    Un abbraccio, hai fatto delle foto strepitose

    • 12/09/2014 at 12:31

      Oddio, che meraviglia!! Fichi a disposizione per tutto agosto, colti direttamente dall’albero! Io mi farei del male, lo so. Per me sono come le ciliegie…solo che un fico è molto più grande di una ciliegia!!! 😀
      La differenza con l’latra macchina di vede, eh? Anche io sono rimasta sorpresa. E considera che le ho fatte del tutto a caso, non sapendola ancora usare… Non vedo l’ora di capirci qualcosa in più! 🙂
      Un abbraccio e buon weekend!

  4. 12/09/2014 at 11:32

    Sui fichi taccio se sennò sono antipatica come al solito. Però bella è bella, e direi che anche lo sfocato stavolta è venuto bene… ;-D

    • 12/09/2014 at 12:32

      Come…non ti piacciono manco i fichi?!?! Trilly ma che campi a fa’!!! 😀

  5. 12/09/2014 at 13:07

    Io invece adoro i fichi e il tuo papà è stato proprio tenero a procurarteli 🙂 la crostata è una vera goduria e anche se pure io li preferisco al naturale mi sembra un abbinamento fantastico!

    • 12/09/2014 at 13:55

      Il babbo fa il duro ma poi esaudisce tutti i desideri… 🙂 Peccato che alla fine lui la crostata non l’ha potuta assaggiare…la dovrò rifare 😉

  6. 12/09/2014 at 13:50

    Alice è semplicemente perfetta!!!!!!!!!!!!!! Non c’è niente da dire!!!! Se riesco la rifaccio anch’io, deve essere buonissima!!! Foto stupende!!!!!!!!
    Serena

  7. Vorrei tanto provare a farla utilizzando farine senza glutine e prodotti senza lattosio. Ma ho bisogno di tempo e tranquillità, mi segno intanto la tua ricetta e poi appena sono sola per qualche oretta sperimento! Foto meravigliose per un dolce superlativo!! Complimenti!
    Buon week end
    Manu

    • 12/09/2014 at 14:26

      Uhm…io non sono molto preparata da questo punto di vista e non purtroppo non so darti molte indicazioni. Certo, di latticini qui ce n’è in quantità, ma sono certa che esistono dei sostituti per ognuno di essi… Fammi sapere se riesci a trovarli!
      Grazie delle tue parole, buon fine settimana anche a te!

      • Ho trovato in commercio il mascarpone senza lattosio, molto leggero quindi effettivamente il problema sarebbe l’impasto di base, la frolla deve essere perfetta quindi devo fare un buon mix di farine. Ma mi piacciono le sfide… non vedo l’ora anche perché adoriamo i fichi in casa, anche se sino ad ora ho fatto tanta fatica a trovarli!

        • 12/09/2014 at 15:05

          Quest’anno ce ne sono stati davvero pochi per via delle piogge.. ma ti auguro di trovarli perché questo dolce vale davvero la pena! 🙂

  8. 12/09/2014 at 14:50

    Ciao cara! Che spettacolo sta torta! …concordo sull’amore per i fichi che ahimé durano troppo poco! …mi piace la crema candida cge fa da sfondo, tipo quadretto! 😉 e con il quark e lo yogurt ha la giusta aciditá che bilancia la dolcezza dei fichi!
    Leggo che hai una macchinina nuova … Reflex con obiettivo 50m f1.8 ? Io lo adoro perché mette in risalto il primo piano e sfoca lo sfondo!
    Comunque le tue foto son bellissime sempre… Anche prima! 😉

    • 12/09/2014 at 15:09

      Grazie Terry! La macchina è una reflex ma il 50m ancora non ce l’ho…magari per Natale! 😉 Ancora devo imparare ad usarla ma rispetto all’altra c’è un abisso!
      La cremina secondo me è buonissima…e pure leggere in fondo…ne mangerei un quintale! 😀

  9. 15/09/2014 at 17:12

    per fortuna sono arrivati i fichi!!! ne valeva la pena, no???
    ciao
    elisa

  10. 17/09/2014 at 11:24

    I fichi quest’anno fanno tribulare..ancora nessuno in vista dalle mie parti: nè dal fruttivendolo (o meglio ci sono ma sono anemici) nè sugli alberi delle colline che mi circondano! Goditeli anche per me! Hai fatto benissimo a sostituire il mascarpone con il quark, sono d’accordo con te! L’abbinamento del fico profumato e dolce con il quark leggermente asprino è il massimo.. Pensa che mi è capitato più di una volta di proporre come fine pasto una coppa di yogurt greco al naturale con fico caramellato, una goduria proprio! 🙂

    • 17/09/2014 at 13:34

      Sì, i fichi sono una delizia della natura! Credo che quest’anno abbia piovuto troppo per averne di buoni, e anche a me quelli anemici non attirano per nulla…allora meglio niente! 🙂
      Ti auguro di trovarne qualcuno, almeno per onorare la loro stagione… A me piacciono molto anche con la ricotta, anche se il quark si è conquistato un posto tutto speciale nel mio cuore! 😀
      Buona giornata!

  11. 19/09/2014 at 05:00

    Guarda che questa torta ti é venuta da 10! Immagino che mangiarla sia stato uno sballo assoluto… o mi sbaglio? A proposito, ho fatto la schiacciata con l’uva…. buonissima pure quella!

    • 19/09/2014 at 08:08

      Ti confesso che era strabuona! Domenica la rifaccio per la vendemmia perché a qualcuno è rimasta la voglia 😉
      Sono contenta che la schiacciata sia venuta bene…un altro pezzetto di Toscana che fai conoscere nel mondo.
      P.S.: ho visto l’articolo sul Corriere Fiorentino…grande!:-D

  12. 21/09/2014 at 22:24

    Ahaha, ma dai, non ci credo! Allora l’intuizione è buona! 😀 Che bell’aspetto!

  13. 22/09/2014 at 19:51

    purtroppo quest’anno sono stati una rarità, per fortuna ci sono i papà, complimenti per aver partecipato.
    Miria

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *