Frollini al caffè e cardamomo

united_kingdom_640

Dopo aver scoperto il meraviglioso aroma del cardamomo, ho deciso di provarlo anche in altre ricette, iniziando con i biscotti visti in questo bellissimo blog. Ho modificato un po’ le dosi in base ai miei gusti, e soprattutto ho usato il cardamomo tritato e non in grani, temendo che fosse troppo forte per me, che sono una neofita di questa spezia. La dose che ho usato ha prodotto comunque un aroma un po’ troppo intenso per il mio palato, oscurando il caffè; quella di seguito è la dose diminuita che mi propongo di usare la prossima volta. Inoltre, invece che tritarlo nel mortaio, credo che lo farò con l’aiuto di una mezzaluna (come già avevo fatto per i cinnamon rolls), visto che i semi sono molto duri e si rompono a fatica.

cardamomo1

Dopo questa scoperta, però, mi pareva indispensabile sapere qualcosa di più su questa spezia rimastami ignota per oltre trent’anni. Il cardamomo si ricava da una pianta di origine orientale, appartenente alla stessa famiglia dello zenzero. Si trova a vendere nelle erboristerie (o nelle bancarelle di spezie, se trovate il mercatino giusto) sotto forma di piccoli baccelli lunghi 1 cm, contenenti semi di colore nero e marrone. Poiché l’aroma svanisce molto rapidamente, conviene aprire i baccelli (che si vedono già seccati) solo al momento dell’utilizzo.

Tra i tipi più diffusi di cardamomo c’è quello verde (il “vero” cardamomo), ricavato da una pianta che cresce in Iran, India e Malaysia. E’ piuttosto costoso e molto aromatico, dal sapore leggermente piccante e fruttato; nella cucina orientale viene impiegato principalmente per risi e arrosti, ma anche dolci e creme, e compare inoltre tra gli ingredienti del curry e del garam masala. Viene usato anche per aromatizzare il caffè e il tè nero, oltre che in numerose preparazioni medicamentose. In Italia è molto difficile da trovare, mentre è più frequente imbattersi nel più economico cardamomo nero, riconoscibile dal baccello grigio scuro, che viene prodotto essenzialmente in Nepal ed ha un sapore più amarognolo e vagamente mentolato.

cardamomo3

 

Già noto ai Greci e ai Romani per l’intenso profumo che sprigionava se bruciato sotto forma di essenza, il cardamomo in Oriente è considerato una spezia afrodisiaca e poiché la pianta è molto timida e delicata, in India si ritiene che possa essere toccata e raccolta solo da mani femminili. E questo me lo rende ancora più gradevole.

FROLLINI AL CAFFE’ E CARDAMOMO

  • 280 g di farina 00 + un po’
  • 100 g di burro
  • 50 g di zucchero di canna
  • 40 g di zucchero semolato
  • 1 tuorlo
  • 40-45 ml di caffè
  • un cucchiaino di semi di cardamomo tritati (circa 15 bacche)

Lavorate il burro molto morbido con gli zuccheri, poi unite l’uovo, il caffè freddo e la farina setacciata versandola a poco a poco. Unite alla fine i semi tritati di cardamomo e impastate velocemente con le mani. Avvolgete l’impasto nella pellicola e mettete in frigo a riposare un paio d’ore. rilavorate brevemente l’impasto per renderlo morbido, poi stendetelo in una sfoglia alta circa 4 mm con l’aiuto di un mattarello. Ritagliate i biscotti della forma che preferite, metteteli in una teglia coperta di carta forno e cuocete a 180°C per 8-10 minuti. Tirate fuori i biscotti prima che si scuriscano e fate raffreddare prima di servirli.

cardamomo6

cardamomo5

 

Share

You May Also Like

40 comments on “Frollini al caffè e cardamomo

  1. 16/12/2013 at 13:09

    Che bella ricetta natalizia e che splendide foto 🙂

  2. 16/12/2013 at 13:16

    la ricerca comincia: il cardamomo!!

  3. 16/12/2013 at 15:29

    Trovarlo è possibile??
    Bho….
    Baci cara!
    Luna

    • 16/12/2013 at 15:49

      Ma sì! Io ne avevo un po’ in casa, regalo di un’amica, ma poi proprio in questi giorni l’ho trovato a vendere ad un mercatino natalizio. E comunque credo anche in erboristeria e nei negozi di prodotti naturali… Ci sono un sacco di possibilità!
      Un bacio!

  4. 16/12/2013 at 18:48

    Ma sai che non ho idea di quale sia il profumo del cardamomo? Mi hai messo curiosità e i tuoi biscottini sono a dir poco bellissimi, da pasticceria tanto sono perfetti! Un abbraccio

    • 16/12/2013 at 19:37

      Grazie!! 🙂 Mi fai felice!
      Io ce l’avevo in casa da mesi e non mi ero mai azzardata a usarlo, ero convinta che non mi sarebbe piaciuto…le mie solite resistenze verso il nuovo…
      Se vuoi vedere una foto è nel post precedente, è in quella ricetta che l’ho usato la prima volta. Lì era un aroma molto più delicato, mentre in questi biscotti è più persistente…ma ovviamente dipende dalla dose.
      Alla fine me no sono innamorata! 🙂

  5. 16/12/2013 at 19:04

    I biscotti al caffè greco, praticamente! Boni!

  6. 16/12/2013 at 21:58

    Alice io me ne sono innamorata…ho fatto i cinnamon rolls ma non l’ho sentito affatto….ora mi tocca provare questi deliziosi biscottini!
    Ha un aroma straordinario!!!

    bacioni
    Silvia

    • 16/12/2013 at 23:46

      Vero? Anche per me è stata una grande scoperta! 🙂
      Un bacio e buonanotte!
      Alice

  7. 16/12/2013 at 22:32

    ciao
    io adoro il cardamomo: profumato, aromatico e… misterioso!!! ma abbinato al caffè non l’ho ancora provato! segno!!!

    • 16/12/2013 at 23:48

      Sai che in Grecia e Turchia lo usano proprio per aromatizzare il caffè vero e proprio? La combinazione deve essere buona per forza! 🙂 E poi è vero che ha un lato misterioso che lo rende ancora più affascinante…

  8. 17/12/2013 at 00:21

    ehi ma c0hai preso gusto con il cardamomo??e c he buoni questi biscottini..da perfezioniste come te…a me i biscotti vengono bitorzoluti…ma tu dimmi!!

  9. 17/12/2013 at 14:00

    Ciao! Complimenti per il tuo blog! Se ti va, passa a dare un’occhiata alla mia ricetta ( gelato al kiwi ed al pistacchio ) :http://chocolatespoonandthecamera.wordpress.com/2013/12/15/gelato-fatto-in-casa-senza-gelatiera-how-to-make-ice-cream-without-an-ice-cream-machine/
    Buona giornata!

  10. 17/12/2013 at 15:43

    guarda, non so dirti come mi renda felice la tua scoperta del cardamomo! mi deliziano le tue ricette e ho una voglia di arrivare alla vacanzine mini per provarle!!!!

    • 17/12/2013 at 16:06

      Grazie! Ma tu il cardamomo lo conoscevi già, no? Ne sono certa! Io arrivo un po’ tardi…ma prima o poi arrivo! 🙂

      • 17/12/2013 at 16:20

        sì lìho conosciuto bene in viaggio di nozze in Tanzania e da lì l’ho adorato ( ma pensa che faccio sempr euna faticaccia a trovarlo che non lo uso mai!) però adesso ho ricevuto due dritte da una amica di qui e per qst mi sto segnando tutte le tue deliziosità! 🙂

        • 17/12/2013 at 16:36

          Allora avrai visto bene la differenza tra quello verde e quello nero! Il mio sembrava verde ma non brillantissimo…mi sembra strano essere stata così fortunata al primo colpo, considerato che è così difficile da trovare! Tu che dici?

          • 18/12/2013 at 07:43

            mah, io l’ho visto anche in natura e lì era verde ma chiaro, no briallante. Anzi piuttosto opaco. Quello più scuro l’ho visto una volta in un negozio bio ma era praticamente nero, come lo descrivi tu, però costava come quello verde! 😀
            direi che cmq visto che noi siamo novizie in qst conoscenza con il cardamomo, possiamo farci andare bene sia l’uno che l’altro! 😀

          • 19/12/2013 at 10:05

            Allora forse il mio era quello originale! Hai ragione che non è tanto importante…ma io sono curiosa e un po’ pignolina, lo sai… 😉

  11. 17/12/2013 at 16:50

    Questi frollini sembrano deliziosi e le foto sono favolose!!! A presto. Un bacio. Simona

    • 17/12/2013 at 20:07

      Grazie mille! Mi fa piacere che apprezzi…peccato non poterteli far assaggiare! 😉
      Grazie per essere passata di qui, a presto,
      Alice

  12. 17/12/2013 at 21:04

    Wow, mi piace molto l’idea dei biscotti al caffè e cardamomo. I due vanno molto bene insieme, lo so, ma non avevo mai pensato a unire i due sapori in un biscotto. Brava!!!!

    • 17/12/2013 at 22:32

      In realtà l’idea non è mia, l’ho presa dal blog linkato…ma diciamo che sono stata brava a capire che era una buona idea1 😉
      Grazie, a presto!
      Alice

  13. 18/12/2013 at 18:28

    Conosco solo di nome questa spezia, mentre di sapore non so proprio di cosa sappia…
    Le foto, ovviamente, fanno sempre la loro porca figura! Sarai mica amica di Peppa Pig? 😀

    • 18/12/2013 at 20:20

      Grazie Francy!! Prometto che te la farò assaggiare.
      Ma…che c’entra Peppa Pig?! Io ho una certa età, di grazia se so chi è!!

      • 18/12/2013 at 21:06

        è una maialina dei cartoni animati che va di moda ora x i bambini. Era per abbinarla alla “porca figura” 🙂

  14. 21/12/2013 at 15:58

    Adoro il cardamomo e lo amo abbibatonal caffè. .. so frollini son da provare!

  15. 27/12/2013 at 17:22

    Come ti ho detto dal vivo te lo ripeto qui: questi tuoi biscottini sono strepitosi!!!! E se poi vuoi che ti spaccio un po’ di té al cardamomo, beh… non hai che da chiedere! 🙂

    • 27/12/2013 at 17:36

      Grazie! Non ci avevo dubbi che tu fossi in possesso di tè al cardamomo…uno di questi pomeriggi me lo farai assaggiare! 🙂

  16. 16/11/2016 at 16:04

    Anche questi frollini, sono meravigliosi!
    Adoroadoroadoro il cardamomo!! Preparo sempre biscotti che lo contengono, seguendo una mia ricetta personale, con e senza aggiunta di caffè 😉 In cottura sprigionano un profumo irresistibile!
    Nella mia erboristeria di fiducia prendo il cardamomo a peso. I baccelli della varietà verde di cui parli tu. Non conoscevo la particolarità dei due tipi. Riduco in polvere i semini usando un suribachi… sono un po’ duri ma mi faccio aiutare anche da mio marito. Poi ne metto un po’ in una latta con caffè macinato 100% arabico e quando desidero mi preparo il caffè… Delizioso 🙂
    Si impara sempre qualcosa di nuovo… grazie… 🙂
    Proverò la tua ricetta, omettendo il tuorlo e con olio di girasole al posto del burro… 🙂

    • 16/11/2016 at 18:11

      So che in Turchia il caffè al cardamomo è molto diffuso ma in realtà non l’ho mai assaggiato! Ho provato la combinazione solo in questi biscotti e mi è piaciuta molto… Il tuo sistema di polverizzarlo e mescolarlo al caffè mi sembra un’ottima idea, quasi quasi provo anche io, per quando ho voglia di un caffè speciale 😉
      Grazie a te!
      Alice

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *