Pollo alle mandorle in salsa di soia

Che mi piacciano i dolci, e in particolare la piccola pasticceria, mi pare l’abbiate capito. Ma non di soli glucìdi vive l’uomo, giusto? Quindi, anche per rassicurare mia mamma sul fatto che non mi nutro soltanto di pasticcini e gelati, signori e signore, ecco a voi la ricetta per un secondo piatto di carne!
Quasi incredibile, visto che non mi sono praticamente mai cimentata in niente di diverso dalla fettina all’olio o alla griglia. E dire che la carne mi piace, eccome! Però soltanto se la prepara qualcun’altro e me la trovo già pronta nel piatto: allora la mangio di gusto, preferendola anche alla pasta. Ma se la devo fare io proprio no…chissà poi perchè?
Forse perchè preparare dolci ha per me un fascino magico e misterioso: a partire da pochi ingredienti di base si possono creare centinaia di sapori, forme e fantasie diverse, dando vita a qualcosa che prima non esisteva se non nell’immaginazione.
I primi e le torte salate sono già più prosaici; tu tagli, cuoci, mescoli un po’, assembli o condisci…crei qualcosa, ma in genere gli ingredienti di partenza sono ancora tutti visivamente ben riconoscibili.
La carne, poi, quella è – almeno quando cucinata in modo tradizionale – non è che ci sia tanto da inventare. Prendi, la condisci con spezie varie, la metti a cuocere e fine; niente si crea, niente si distrugge, niente si trasforma, tutto rimane ciò che è! Ma in fondo non è del tutto vero, e forse questa teoria improvvisata è soltanto una scusa per mascherare la mia pigrizia!
In ogni caso, dati i presupposti, inizio con una ricetta semplice semplice ma che a me è piaciuta molto.

POLLO ALLE MANDORLE

  • 700 g di petto di pollo
  • 80 g di mandorle pelate
  • 2 scalogni
  • 6 cucchiai di salsa di soia
  • farina q.b.
  • 3 o 4 cucchiai di olio evo

Tostate le mandorle per pochi minuti in un padellino antiaderente, alcune lasciandole intere e altre tagliandole a metà. Tagliate i petti di pollo a bocconcini e passateli rapidamente in un po’ di farina. Fate scaldare l’olio con lo scalogno affettato finemente e poi aggiungete il pollo infarinato. Fatelo cuocere a fiamma moderata per circa 20 minuti. Poco prima della fine della cottura aggiungete la salsa di soia e, se necessario, un po’ d’acqua calda per far amalgamare il tutto. Deve venire una salsina piuttosto densa. Un minuto prima di spegnere il fornello aggiungete le mandorle e girate bene prima di servire.

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *