La pioggia di giugno ha un odore tutto particolare. La riconosci all’istante, quando bagna l’asfalto già caldo e i vapori salgono tiepidi e silenziosi. Ti inebria se hai la fortuna di essere in un giardino, perché esalta i profumi del tiglio e del gelsomino. È leggera e silenziosa, le gocce si poggiano sulle ringhiere, accarezzano leContinue reading

5
Share

Mi sfogo finché posso, per tornare al tema dell’ultimo post. Ossia, non dò tregua al forno. Ci provo a starne lontana, ma è più forte di me. E poi, non è un’ironia del destino che pane e focacce vengano meglio proprio con le temperature miti di questi giorni, quando la lievitazione è facilitata? Così hoContinue reading

2
Share

Lo so che presto arriverà quel momento. È un dramma annunciato, quello che si ripete ogni estate. Il caldo torrido di Firenze è in agguato, e vivo ogni giorno di temperature ancora miti come una benedizione. Non sto scherzando, l’estate fiorentina mi ha sconvolto sin dal primo anno che ho passato qui, in quella casa all’ultimoContinue reading

3
Share

Negli ultimi tempi noto in me un timido risveglio dell’interesse per la cultura classica. Quella cultura che ho tanto amato al liceo, tanto da scegliere di studiare archeologia, e della quale proprio all’università ho perso le tracce, scontrandomi con una facoltà molto diversa da quel che mi aspettavo. Ma per fortuna ci sono cose cheContinue reading

4
Share

Mettete un pomeriggio di metà maggio, caldo e assolato. Mettete un giardino esclusivo solitamente chiuso al pubblico, custodito da alti muri di cinta, proprio nel cuore di Firenze. Mettete 100 artigiani da tutta Italia, accuratamente selezionati, che si incontrano per far conoscere la loro arte. Mescolate accuratamente questi ingredienti e avrete la XXIV edizione diContinue reading

2
Share

E finalmente anche quest’anno è arrivata la stagione dei fiori di zucca. L’anno scorso credo di essermeli fatti sfuggire perché non ricordo di averli mangiati spesso, ma quest’anno ho iniziato per tempo e ho intenzione di sfruttarli il più possibile. Li trovo bellissimi da vedere, abbelliscono e ravvivano qualsiasi piatto e mi piace molto quelContinue reading

4
Share

Ho sempre trovato curioso questo nome: Anzac, soprattutto per dei biscotti. Mi ricorda più un farmaco, in realtà, tipo prozac. Biscotti medicinali contro la noia e la tristezza, chissà se si possono brevettare? Va be’, lasciamo perdere. Questo strano nome è un acronimo che sta per Australian and New Zealand Army Corps. Pare infatti cheContinue reading

4
Share

Che regalo, essere di nuovo insieme su quel pontile, io e te. In un dopo pranzo di sole, mi passi a prendere e andiamo al nostro lago, su quel pontile che ha sentito tante confidenze, e ha intuito altrettante cose non dette. Con il lago a cullarci, proprio come tanti anni fa, ma con unContinue reading

4
Share

Mi vien da dire che mi è sempre piaciuto correre, ma non è così. Anzi, per molto tempo sono stata allergica a qualsiasi attività fisica. In realtà, la passione per la corsa è storia recente, nata per caso e stroncata abbastanza presto da ginocchia che vanno per i fatti loro. Pazienza, ormai me ne sonoContinue reading

6
Share

Ci sono torte che nascono da sole. Vengono fuori già con le parole, tanto per parafrasare una canzone che ha fatto storia. È accaduto così con questa charlotte, nata da un’associazione di idee e subito messa in pratica. Il fatto è che in dispensa avevo ancora una confezione dei biscotti rosa di Reims, prodotti dallaContinue reading

5
Share