Focaccia (quasi Locatelli) con zucca, brie e cipolla rossa

Che arrivo sempre in ritardo sulle mode è risaputo. Anzi, spesso le salto proprio a piè pari.
Stavolta, però, potrei essere in tempo per il secondo turno di questa focaccia, che spopolò tra i blog nel 2010 per poi finire nell’oblio, solo sporadicamente ripescata da qualcuno. Ultimamente mi è capitato di vederla, ben farcita e con farina integrale e mi è venuta una gran voglia di provarla.

focaccia locatelli integrale-2c

Partiamo dal nome.
Si chiama Locatelli perché è stata “brevettata” da Giorgio Locatelli, chef nostrano che oggi delizia i palati londinesi presso la sua Locanda Locatelli. Senza impasto perché di fatto bisogna solo mescolare gli ingredienti con una forchetta, stenderla in teglia e aspettare.
È davvero semplicissima e il risultato è sbalorditivo. Alta e soffice, unta quanto basta. Quello che la rende così è – credo – l’alta idratazione e la salamoia che si versa in superficie prima di infornarla.

Nella versione che vi propongo e che ho ripreso da qui è prevista ancora più acqua rispetto a quella originale di Locatelli e secondo me è un netto miglioramento.
La focaccia Locatelli classica, infatti, il giorno seguente tende ad essere un po’ gnucca, compatta, perde molto del suo appeal. Questa, invece, si è mantenuta molto soffice e altrettanto appetitosa. Io me ne sono mangiata metà a pranzo e, pur essendo bella sostanziosa, non riuscivo a smettere.

focaccia locatelli integrale-8

Focaccia (quasi Locatelli) con zucca, brie e cipolla rossa

Porzioni: 4-6       Tempo di preparazione: 1 h e 20′       Tempo di cottura: 20-25′

Ingredienti
125 g di farina di Manitoba
125 g di farina integrale
225 ml di acqua tiepida
1/2 panetto di lievito di birra fresco o 1/2 bustina di lievito di birra disidratato
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino raso di zucchero
1/2 cucchiaino di sale

per la salamoia
35 g di olio extravergine di oliva
35 g di acqua
5 g di sale fino

per condire
100 di polpa di zucca al netto degli scarti
60 g di brie
1/2 cipolla rossa
1 rametto di rosmarino

focaccia locatelli integrale-3

In una ciotola, emulsionate con una forchetta tutti gli ingredienti della salamoia, fino ad ottenere un liquido omogeneo e tenete da parte.

Sciogliete il lievito e lo zucchero nell’acqua tiepida.
In una ciotola capiente mescolate le farine e il sale, versate al centro l’olio extravergine e iniziate a mescolare con una forchetta. Poi versatevi lentamente l’acqua in cui avete disciolto il miele e continuate ad incorporare la farina con una forchetta. Mescolate per poco tempo, fino a rendere l’impasto omogeneo. Resterà molto appiccicoso, ma va bene così, l’importante è non impastare con le mani.
Ungete la superficie dell’impasto con un filo d’olio extravergine, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per 15′.

Trascorsi i 15′ ungete una teglia di 20 cm di diametro con un filo d’olio extravergine e versate al centro l’impasto. Coprite e fate lievitare per altri 15′.

Con le mani unte di olio, stendete delicatamente l’impasto nella teglia, copritelo e fate riposare per 20′.

Con la punta delle dita unte di olio, create tante fossette sulla superficie dell’impasto. Emulsionate nuovamente la salamoia e distribuitela sopra l’impasto. Vi sembrerà di “annegare” la vostra focaccia, ma non preoccupatevi, va bene così. Coprite e lasciare lievitare per altri 20′.

Nel frattempo tagliate la cipolla ad anelli sottili e passatela sotto l’acqua corrente.
Tagliate la zucca a fettine alte 2-3 mm.
Lavate il rosmarino, asciugatelo e staccate gli aghi. Distribuite il condimento sulla superficie della focaccia e cuocete a 220°C per 20-25′ circa.

focaccia locatelli integrale-5

Share

You May Also Like

10 comments on “Focaccia (quasi Locatelli) con zucca, brie e cipolla rossa

  1. 14/11/2017 at 12:50

    Si avvicina l’ora di pranzo e questa focaccia chiama a gran voce. E poi sembra davvero facile! Ogni volta regali qualche nuova ispirazione (e per me che seguo le mode come te è nuovissima anche questa focaccia)

    • 17/11/2017 at 22:21

      Provala Viv, se ne hai voglia, davvero ci vuole poco e secondo me è di grande effetto, soprattutto se la farcisci con ingredienti golosi 🙂

  2. 14/11/2017 at 14:41

    Una vera bontà, pure facile da fare (!) che tu hai insaporito al meglio.

    • 17/11/2017 at 22:20

      L’ho scelta proprio perché facile da fare…era un richiamo irresistibile 😀

  3. 15/11/2017 at 11:45

    Io non credo sia finita nell’oblio (almeno io la faccio spesso!!!), ma è data a volte così per scontata che non la si fotografa, invece è sempre un bel piatto!!!
    Guarda la tua con la zucca e la cipolla e proprio invitante
    BUona giornata

    • 17/11/2017 at 22:20

      Ti ringrazio! Buona giornata a te 🙂

  4. 15/11/2017 at 12:46

    (Ciak, seconda…!)

    La forza dell’arancione, l’impasto soffice, gli ingredienti che hanno voglia di incontrarsi e di parlare… focacce speciali, perfettamente abbinate alla stagione, come avessero indossato il vestito perfetto per questi giorni… giro parecchio tra i blog, ma questa ricetta non la conoscevo, quindi tu hai il merito di avermela fatta scoprire! Il brie ha sempre il suo posto fisso in frigo – guai a toglierlo! – e sta già bussando allo sportello… 🙂

    • 17/11/2017 at 22:19

      Allora spero proprio che tu la provi, sono certa che ti piacerà…e poi voglio vedere come lo fotograferesti 😀

  5. 15/11/2017 at 14:57

    Se tu sei in ritardo sulle mode..io non ne ho neanche mai sentito parlare, pensa un po’!!! Mi piace, è alla mia portata di scarsa panificatrice..la voglio!!! Brava e grazie dell’idea

    • 17/11/2017 at 22:18

      Per una volta via…non ci credo che era una cosa che non conoscevi! 😀

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *