Anelli alle nocciole di Iginio Massari

Non sempre la scelta delle ricette è dettata da quello che mi andrebbe di mangiare. Anzi, spesso intervengono ragioni di tutt’altra natura.
A volte sono dettate dalla necessità di usare un ingrediente che ho in dispensa o che ho comprato sull’onda dell’entusiasmo senza sapere cosa farne.
Altre è per la curiosità di provare un nuovo procedimento o la ricetta di uno chef famoso.
A volte scelgo ricette che si prestano ad essere regalate, o portate a casa di amici per una cena,
E poi ci sono anche le ricette che faccio perché ho voglia di fotografarla, e questa è proprio malattia mentale, ma ormai mi sono rassegnata.

anelli alle nocciole-3

L’introduzione serve solo a dire che questi biscotti sono balzati in testa alla lista delle cose da fare perché rispondono a molte di queste esigenze.
Intanto mi ispiravano da morire perché sono alle nocciole, che amo moltissimo. Poi perché la ricetta è di Iginio Massari, il che è una garanzia. Prevedono solo albumi, e io ho sempre un surplus da fare invidia a qualsiasi pasticciere. E infine sono anche perfetti da offrire in dono agli amici, visto che si trasportano facilmente, si conservano bene e hanno un gusto abbastanza neutro che piace a tutti.
Le nocciole, infatti, si sentono ma non spiccano troppo e la consistenza e friabilissima, davvero da pasticceria. Ma del resto, con una ricetta di Massari non credo che potessero esserci dubbi!
Io ho visto la ricetta da Maria Grazia e gliel’ho rubata.

anelli alle nocciole-5

Anelli alle nocciole di Iginio Massari

Quantità: circa 60       Tempo di preparazione: 30′       Tempo di cottura: 12-13′ a infornata

Ingredienti

270 g di farina 00
270 g di burro a temperatura ambiente
210 g di nocciole tostate (o 200 g di farina di nocciole)
85 g di zucchero a velo
70 g di albumi a temperatura ambiente (circa 2)
45 g di zucchero semolato
la punta di un cucchiaino di cannella (anche di più, se vi piace la cannella)
1/2 bacca di vaniglia
2 g di sale fino

anelli alle nocciole-2

Portate il burro a temperatura ambiente circa 30′ prima di iniziare.
Frullate le nocciole con metà dello zucchero a velo (42 g), con impulsi brevi e ripetuti, per non surriscaldarle troppo.
Tagliate il burro a pezzi e impastatelo in planetaria con l’attacco a foglia insieme al resto dello zucchero a velo (43 g). Unite la farina di nocciole, la cannella, i semi di vaniglia e il sale e impastate per un paio di minuti. In alternativa, potete fare questa operazione con un semplice mestolo di legno, prima lavorando il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema, poi unendo la farina di nocciole.
Montate a neve ferma gli albumi con lo zucchero semolato.
Unite all’impasto di burro e nocciole 1/3 della farina setacciata e incorporatela con una spatola. Poi unite alternativamente gli albumi e la farina in due o tre volte, sempre incorporandoli con una spatola.
Riempite con il composto una tasca da pasticciere con bocchetta a stella e formate tanto anelli del diametro di circa 5 cm, su una placca rivestita di carta da forno.
Metteteli in frigo per 15′ prima di infornarli.
Cuocete a 170°C in modalità statica per 12-13′.

anelli alle nocciole-7

Note:

  • se avete nocciole non tostate potete tostarle nel forno di casa, basta un attimo.
    Disponete le nocciole su una placca rivestita di carta da forno e infornatele a 230°C modalità grill per 5-6′, fino a che la pellicina non inizia a staccarsi e la superficie a scurirsi leggermente. Sfornatele, rovesciatele in un canovaccio pulito a sfregatele con energia, per rimuovere le pellicine. Alcune resteranno attaccate ma non importa, anzi, contribuiscono ad esaltare il sapore delle nocciole.

anelli alle nocciole-8

Share

You May Also Like

18 comments on “Anelli alle nocciole di Iginio Massari

  1. 09/11/2017 at 11:41

    Eccola qua! La stavo aspettando!! Spero di avere tempo sabato per farla *-*

    • 11/11/2017 at 19:07

      Spero di sì, perché vale davvero la pena! 😀

  2. 09/11/2017 at 11:44

    Vabbè questi devo provarli. Coi biscotti non sono espertissima ma adoro le frolle… mi tenta la planetaria, vedo che ormai è un must ovunque.
    I biscotti saranno di sicuro buonissimi ma anche le foto sono superlative!

    • 11/11/2017 at 19:08

      Grazie cara Viv! La planetaria io non la volevo, poi me l’hanno regalata…e ora sono decisamente felice di averla 🙂

  3. Che meraviglia… sembrano cosi friabili e gustosi…. Ho il suo libro l’ho sfogliato cosi tante volte ma ho sempre paura di cimentarmi in qualche preparazione per paura di non renderle giustizia con le mie mani pasticcione. A presto LA

    • 11/11/2017 at 19:09

      Grazie Layla! Guarda, su ricetta complessa avrei anche io delle perplessità, ma questi sono davvero alla portata di tutti…prova e non te ne pentirai 😉

  4. 09/11/2017 at 14:54

    E’ sempre comodo avere ricette per utilizzare gli albumi che avanzano (anche a noi una marea :-D).
    Biscotti deliziosi.

    • 11/11/2017 at 19:09

      Grazie caro Fabio, un abbraccio 🙂

  5. 09/11/2017 at 16:29

    Adoro! E mi sono ricordata che ho una scorta di albumi in congelatore.
    La mia domanda è: ho una meravigliosa pasta di nocciole che potrei eventualmente usare per accentuare l’aroma della nocciola stessa. Se diminuissi le nocciole e mettessi due cucchiaini di questa? Un esperimento azzardato?
    Ti informo che mi sono innamorata.
    Baci.

    • 11/11/2017 at 19:10

      Prova! Magari sostituendo una parte di farina e una parte di burro con la pasta di nocciole…e fammi sapere! 😀

  6. 09/11/2017 at 17:55

    Questa è fantastica come riciclo albumi. Poi con le nocciole! Sono splendidi Alice. Grazie a Massari per le sue ricette e brava tu che li hai rifatti benissimo. :-*

    • 11/11/2017 at 19:10

      Ecco, nocciole, dicevamo. Ho appena visto le tue…invidia!!! 😀

  7. 10/11/2017 at 02:26

    Sono bellissimi Alice! Amo moltissimo le nocciole anch’io quindi me la segno. Ah, a proposito: ti comunico che condivido con te la voglia di far ricette solo per fotografarle! Ma non penso che siamo le sole! Un bacio!

    • 11/11/2017 at 19:12

      Grazie Gloria! No, effettivamente mi sa che siamo in tante…tutte mezze matte! 😀

  8. 13/11/2017 at 12:51

    Sono bellissimi. Li farò sicuramente. Buona giornata. Eleonora

    • 13/11/2017 at 19:06

      Grazie Eleonora, spero che tu li provi 😀

  9. 15/11/2017 at 12:49

    Capisco benissimo quella spinta “voglio-devo fotografare”, una forza che si impossessa di noi e ci domina, ahaha! Ma è bello, sai… è la creatività che spinge, che ci esorta a prestarle attenzione… c’è anche il lato piacevole, perchè dopo il set si mangiano tutte le cose buone che prepariamo o le regaliamo, facendo felici altre persone… 🙂
    Non amo i gioielli preziosi, preferisco di gran lunga un anello così, che sa di burro e nocciole… 😀

    • 17/11/2017 at 22:19

      Ma infatti, alla fine è un vantaggio per tutti se decidiamo di cucinare, no?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *