Plum Crumble Cake (o torta di prugne)

Ci siamo, finalmente. Sembra uno scherzo, ma il primo di settembre mi sono svegliata che era tutto diverso.
Una pioggerellina fine, l’aria fresca, un ritmo insolito. Ho aperto le finestre, ho messo su l’acqua per il tè e sono andata a girare il calendario. Un rito che mi piace, da sempre. Mi sembra di mettere un punto fermo sul mese passato e aprire una finestra su quello nuovo. Un gesto simbolico che mi fa riflettere un attimo e mi dà la percezione del tempo che passa.

Ho bevuto il tè, ho acceso il forno e ho fatto una torta. Una torta nata nello sfumare tra estate e autunno, simbolo di questo periodo intriso di sogni e malinconia che tanto mi rappresenta.

plum crumble cake

Ho deciso di usare il nome inglese perché in effetti non c’è un corrispettivo in italiano, a meno di non volerla chiamare torta-crumble alle prugne, ma mi pareva che suonasse proprio male.
E poi questo “plum” mi ha fatto tornare in mente un librettino che avevo da piccola e che mi piaceva tantissimo. O forse era addirittura una serie di libri, chissà. La protagonista era una bambina di nome Victoria Plum, aveva tanti ricci, un vestitino a fiori e viveva in campagna. Non ricordo bene, ma sono quasi certa che faceva marmellate e andava a spasso per il bosco con i suoi amici animali, coniglietti o ghiri che fossero. Chissà, forse è anche per causa sua che sono diventata così, con la mia passione per le conserve, l’autunno e le stoffe a fiori.

plum crumble cake

Per fare questa torta, nella prima mattina di quasi-autunno, non sono nemmeno dovuta uscire, avevo tutto in casa. La base è fatta con una farina di avena che viene da Erica e Marianna del blog Sapori e dissapori. Secondo me lo rende speciale, ha un sapore ben riconoscibile e che gli dà carattere. È un dolce che rimane abbastanza umido ma non troppo, giusto per sostenere le prugne (che devono essere ben mature) e il crumble, che io ho fatto con una parte di zucchero di canna scuro, che gli dà un sapore un po’ caramellato, di melassa.

È buono a colazione e a merenda, sostanzioso ma non pesante, con la frutta che rinfresca e il crumble che fa la parte croccante. Buono, buono, buono.

Plum Crumble Cake (o torta di prugne)

Porzioni: 8       Tempo di preparazione: 30′       Tempo di cottura: 40-45′

Ingredienti

per la torta
220 g di farina di avena (o altra a vostra scelta)
120 g di zucchero semolato
120 g di yogurt greco magro
110 g di burro a pomata
3 uova medie
2 cucchiaini di lievito in polvere
8-9 prugne (circa 270 g al netto degli scarti)
un pizzico di sale

per il crumble
50 g di farina 0
50 g di farina di mandorle
50 g di burro freddo
35 g di zucchero di canna scuro
15 g di zucchero semolato (potete anche usare solo zucchero semolato)

plum crumble cake

Iniziate dal crumble. Mettete in una ciotola il burro freddo a dadini e gli altri ingredienti. Impastate con le dita, sfregando il burro in modo da ricoprirlo di farina e zucchero e formare delle grandi briciole. Rovesciate le briciole su un foglio di carta da forno e mettetelo in frigo.

Imburrate uno stampo a cerniera del diametro di 20 cm.
Lavate le prugne, snocciolatele e tagliatele a piccoli pezzi.
Con le fruste elettriche, montate il burro con lo zucchero fino a quando il composto non è bianco e spumoso. Unite le uova una alla volta, continuando a montare a velocità media, poi lo yogurt. Unite infine la farina setacciata con il lievito, sempre montando, a velocità massima, per 2 minuti.
Versate il composto nello stampo imburrato, distribuitevi sopra le prugne e completate con le briciole di crumble.
Infornate a 180° C per 40′ circa. Lasciate intiepidire almeno un’ora prima di tagliarlo.

plum crumble cake-7

Note:

  • usando uno stampo da 22 cm il dolce verrà leggermente più basso di quello che vedere in foto, ma secondo me è un bene per l’equilibrio delle varie parti. In questo caso, però, riducete di 6 o 7 minuti il tempo di cottura.
  • il crumble non è troppo! Non fatevi ingannare, mettetelo tutto e al momento di mangiarlo sarete felici di questa scelta.

plum crumble cake

Share

You May Also Like

11 comments on “Plum Crumble Cake (o torta di prugne)

  1. 12/09/2017 at 11:52

    Ho finito gli aggettivi ma stavolta devo vincere la pigrizia e farmi un bel regalo!

    • 13/09/2017 at 08:39

      Tu non puoi aver finito gli aggettivi…tu! 😀
      Se potesi te ne manderei una, di questa torte…

  2. 12/09/2017 at 12:52

    Ma che bella questa torta e l’atmosfera che sei riuscita a creare che rende proprio l’idea del passaggio. Ho fatto dei dolci con le prugne anche io sai?! Del resto sono nel periodo e sono buonissime! Io sto avvicinandomi a piccoli passi, ho bisogno di un passaggio graduale. Guardo indietro e un po’ avanti, mi illumino con il sole e poi prendo un po’ di ombra. E così alterno anche i colori. Ho voglia ancora di pesche e cerco le nuove pere 🙂

    • 13/09/2017 at 08:39

      Be’, a dire il vero anche io mangio ancora pesche, ma quest nuova luce nell’aria mi piace troppo, il frescolino della sera, le giornate più corte…sono nel mio mondo 🙂
      Un abbraccio e buona giornata cara Mile!

  3. 12/09/2017 at 16:07

    Queste foto sanno di campagna, camino e copertina. Sarà stata l’aria densa e sporca dei mesi passati, sarà che ho voglia di cambiare colori, ma ora non mi circonderei d’altro. E poi sono così morbide che ci si affonda con gli occhi…

    • 13/09/2017 at 08:40

      Che bella descrizione che hai dato! Sono felice di aver dato questa sensazione. E’ l’ambientazione che sogno anche io per i prossimi mesi… 🙂

  4. Questo post arriva giusto a pennello … pensavo giusto oggi di consumare delle prugne che ho in frigo da un pò facendo una torta… e mentre gironzolo sul web prima di decidere cosa preparare per cena ecco comparire questa meraviglia… controllo gli ingredienti e mi metto all opera.

    • 13/09/2017 at 08:42

      Dai! Sono contenta se ti può essere utile…e fammi sapere se decidi di farla…secondo me gli ingredienti li hai tutti in casa 🙂

  5. 13/09/2017 at 19:52

    la trovo magnifica! non ho la farina di avena e forse ne troverei di gluten free, se mi capita la provo senz’altro anche se ci sarebbe da provarla adesso che ancora trovo le prugne. Foto splendide! Ciauuu

    • 14/09/2017 at 17:25

      Grazie mille!! Spero che tu la posso provare, a me è piaciuta davvero tanto 🙂
      A presto!

  6. 23/09/2017 at 11:34

    Ti nominerò la mia musa ispiratrice delle torte da prima colazione o da the pomeridiano ! Questa è già la terza che mi conquista e le ho vendute tutte a mia cognata…uniamo l’Italia dai dolci di Alice se trovo qualche fico saranno vittime predestinate altrimenti prugne ! Mi sa domani…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *