Tortellini in brodo con cipolle e Pecorino Toscano DOP

Prima che finisse l’inverno dovevo fare assolutamente questi tortellini! Visti nel numero di gennaio della fidata Cucina Italiana, mi hanno subito colpito per la presenza di due ingredienti ai quali non so resistere: cipolle e pecorino. Nello specifico, io ho usato del Pecorino Toscano DOP stagionato (se volete sapere qualcosa di più su come viene prodotto, vi consiglio questo post) che fa sempre la sua figura, in qualsiasi modo vogliate mangiarlo!

I tortellini erano presentati in un brodo vegetale “di recupero”: bucce di cipolla, carote e una mela. In realtà a me l’idea della mela convinceva poco, per cui l’ho riadattato un po’: della mela rimane solo un vago sapore e ho invece messo le verdure che avevo a disposizione. La conclusione è che in brodo sono buoni, ma scolati e conditi con olio e pecorino grattugiato lo sono ancora di più!

tortellini cipolle e pecorino-8

È un piatto a bassissimo costo, in cui non si butta praticamente nulla, ma fa grande figura ed è vegetariano senza sembrarlo. La sfoglia è fatta con farina di farro e ricca di tuorli rispetto alla proporzione classica, che ben si adatta ad un ripieno “povero” ma molto saporito.
Certo, ci vuole un po’ di tempo per prepararli ma si è ampiamente ripagati dal risultato. E la cosa più bella sarebbe preparali in famiglia, tutti insieme, e mangiarli la domenica a pranzo.

collage

Tortellini in brodo con cipolle e pecorino toscano

Porzioni: 3/4       Tempo di preparazione: 3 h       Tempo di cottura: 20′ + 5′

Ingredienti

per la sfoglia
200 g di farina di farro
2 uova
2 tuorli grandi (o 3 piccoli)

per il ripieno
4 cipolle dorate (dovranno restare circa 450 g al netto degli scarti)
160 g di Pecorino Toscano DOP grattugiato
30-40 g di pangrattato
25 g di burro
sale e pepe

per il brodo
le bucce delle cipolle
2 carote
1 costa di sedano
1 spicchio di mela
pepe in grani
noce moscata
sale

tortellini cipolle e pecorino

Iniziate dalla sfoglia. Setacciate la farina, disponetela a fontana e apritevi nel mezzo le uova e i tuorli leggermente sbattuti. Incorporate la farina con una forchetta, e poi proseguite ad impastare a mano. Se l’impasto vi sembra troppo asciutto, aggiungete un po’ di albume. Lavorate per 5′, poi avvolgetela nella pellicola e riponetela in frigo per 1 h.

Lavate le cipolle, sbucciatele e mette le bucce a bollire in abbondante acqua con le carote e il sedano tagliati a tocchetti, la mela e qualche grano di pepe. Fate bollire per 20′, poi filtrate con una garza a maglia fitta e unite un po’ di noce moscata grattugiata.

Tritate la cipolla e fatela appassire con il burro in una pentola capiente. Cuocete a fiamma bassa per 20′, poi frullate con il pecorino e il pangrattato. Aggiustate di sale e pepe e fate raffreddare.

Riprendete la sfoglia, tagliatene un pezzetto e rimettete il resto frigo. Stendetela allo spessore di 1 mm (io ho usato la macchinetta, stavolta!), poi tagliate tanti quadrati di circa 4, 5 cm di lato e disponete su ognuno una po’ di impasto di cipolle. Richiudete a triangolo ogni quadratino, piegandolo in due, a poi formate la chiusura tipica del tortellino usando il mignolo come perno. Proseguite fino ad esaurimento della pasta (io ho ottenuto circa 140 tortellini).

Lessate i tortellini nel brodo fremente per 2-3′, e serviteli completando con pepe di mulinello e una spolverata di Pecorino Toscano.

tortellini cipolle e pecorino-8

Share

You May Also Like

16 comments on “Tortellini in brodo con cipolle e Pecorino Toscano DOP

  1. 06/03/2017 at 09:11

    I tortellini mi ricordano il Natale e la nonna che mi insegnava a chiuderli. I tuoi son davvero perfetti, come tutto quello che proponi qui.

    • 06/03/2017 at 16:12

      Anche noi li facciamo sempre a Natale, tutti insieme, ma con il ripieno tradizionale di carne. Questi sono più “poveri”, ma per me altrettanto buoni. Così come sei buona tu con me… 😀

  2. 06/03/2017 at 12:16

    Un ripieno interessante e gustoso! Chissà se la prossima pasta fatta in casa non siano proprio i tortellini, buona settimana!

    • 06/03/2017 at 16:13

      Finora avevo sempre fatto ravioli come pasta ripiena, i tortellini mai da sola ma soltanto insieme a mamma e zie prima di Natale. Stavolta mi sono levata la voglia, vai! 😀

  3. 06/03/2017 at 15:22

    Questo brodo deve essere divino !! E poi ha questo colore rosato intrigante…secondo me la mela ci sta bene, giustifica il colore. Io i tortellini non li ho mai fatti nonostante adori fare la pasta e i ravioli li ho fatti tantissime volte. Ma i tortellini mi sono sempre sembrati una cosa che senza aver avuto una nonna che li faceva non potevi iscriverti nel club. Sono meravigliose le tue foto: danno l’idea del tempo che di ferma.

    • 06/03/2017 at 16:14

      Cara Marina, anche per me era la prima volta che facevo i tortellini da sola e devo dire che farli tutti insieme ha tutto un altro sapore. Ma è comunque una cosa che mi piace e mi mette tranquillità. Lo spirito della nonna, però, c’era tutto, visto che il piatto è proprio di quelli che c’erano a casa sua quando ero piccola…
      Ti abbraccio.

  4. 06/03/2017 at 16:29

    Dico solo una cosa: meravigliosi.
    Ci hai messo tanto a deciderti, ma il risultato è straordinario.
    Io ho cominciato come te, diversi anni fa, da sola. Poi ogni Natale è stato un obbligo. Adesso sono orgogliosa di saperli fare come la ricetta comanda, piccoli da stare su una moneta da 5 centesimi.
    Consideralo un tesoro che porterai sempre con te.
    Bravissima Alice.

    • 07/03/2017 at 15:51

      Ecco, piccoli in quel modo non sono proprio in grado…ma magari potrei venire a farli insieme a te per imparare 🙂
      Grazie cara Patty!

  5. 06/03/2017 at 21:01

    Il colore del brodo è meraviglioso! Io non so fare i tortellini, vorrei imparare… Ma guarda i tuoi: sono meravigliosi!

    • 07/03/2017 at 15:51

      Ma grazie!! 😀

  6. 07/03/2017 at 11:48

    Ma sono splendidi! Ed il fatto che non abbiano carne non penalizza il gusto dati gli altri ingredienti belli saporiti.

    • 07/03/2017 at 15:52

      Quando ci sono formaggio e cipolle, che bisogno c’è della carne?! 😀

  7. 10/03/2017 at 18:53

    Un piatto di tortellini è confortante. Fatti in casa poi insieme con i propri cari sono magici (e per averli fatti con Max a Gennaio lo dico a gran voce 😀 )
    Mi piace molto l’idea della sfoglia con farina di farro.
    Bravissima come sempre Alice!

    • 10/03/2017 at 21:07

      Grazie cara Mile! Io in realtà ero da sola…ma farli in famiglia mi piace proprio tanto 😀

  8. 12/03/2017 at 21:55

    Adoro, adoro, adoro! I tortellini, le mani che li fanno con delicatezza, il ripieno “alternativo”, i sapori nuovi, i piatti ben caldi che salutano l’inverno nel migliore dei modi e i set che sanno di casa, come questo! 🙂

    • 14/03/2017 at 09:46

      Ma grazie mia cara!! 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *