Pudding ai mirtilli, cocco e fiocchi d’avena

Che piacere le colazioni d’estate di quando ero piccola!
La porta finestra aperta sul cortile dove il sole era già alto, mangiavo latte e biscotti con gusto e avidità, leggendo i miei fumetti preferiti. Asterix, Mafalda, i Peanuts e B.C., preziosi doni della biblioteca del babbo, cui non smetterò mai di essere grata.
Le giornate si prospettavano lunghe, assolate e punteggiate di giochi e letture: lo spirito della colazione – sin da allora il mio pasto preferito – non poteva che essere gioioso e positivo.

Da adulta, solo raramente ho riassaporato quella spensieratezza e il gusto fiducioso per la giornata appena iniziata che mi si srotolava davanti. Colpa dell’età, di un carattere cervellotico, dell’infernale incapacità di non saper più vivere nel momento. Ma quando, come per una rara configurazione di pianeti, riacquisto per un attimo quella freschezza e positività, mi sembra di tornare bambina e rivedo quel sole nel cortile e le pagine accanto alla mia tazza bianca di latte.

pudding-mirtilli-cocco-fiocchi-avena

Sull’onda dei ricordi, condivido questa ricetta che ha accompagnato molte delle mie colazioni estive, quest’anno.
L’ho scoperta su San Pinterest (santo subito) e viene dal sito eatgood4life, dove viene sbandierata come colazione veloce e supersana: niente latticini, niente uova, pochi grassi e solo zuccheri naturali.
Indubbiamente, ha tutte queste virtù. Ai miei occhi, tuttavia, il pregio maggiore è che è fresca, rapida e deliziosa. Basta mescolare tutti gli ingredienti la sera prima e al mattino è pronta da mangiare.
Ho provato anche con altri tipi di frutta: la banana rende molto bene, pesca e albicocca meno perché tendono ad annacquarlo un po’. Ma gli esperimenti sono praticamente infiniti: potete sostituire i fiocchi d’avena con quelli di altri cereali, il latte di riso con quello di mandorle, avena, cocco, potete completare i vasetti con scaglie di cocco, frutta fresca a pezzi, granella di frutta secca… Scommettiamo che troverete altre idee?

pudding-mirtilli-cocco-fiocchi-avena

I mirtilli vengono dall’Abetone, raccolti e ripuliti personalmente con le mie manine (e le sue manone, anche). Dei semi di chia, invece, avevo già parlato in questo post che riguardava sempre un pudding, anche se l’avevo pudicamente chiamato budino.
Sì, perché in genere cerco di non essere troppo anglofila ma il nome pudding mi piace troppo! Mi richiama subito immagini di Inghilterra e di comfort food, anche se il mio babbo lo chiamerebbe “pastone”, con sfumatura dispregiativa, lo so!

Pudding ai mirtilli, cocco e fiocchi d’avena                     

Porzioni: 3 vasetti da 200 ml       Tempo di preparazione: 5 minuti

Ingredienti

350 ml di latte di riso (o di mandorle, o semplicemente latte)
90 g di mirtilli freschi o surgelati
80 g di fiocchi di avena
20 g di sciroppo d’acero
15 g di cocco rapè
15 g di semi di chia

Passate i mirtilli al mixer ottenendo una purea. Se usate quelli surgelati, fateli scongelare un paio d’ore a temperatura ambiente prima dell’utilizzo.
Mescolate insieme tutti gli ingredienti in una ciotola, poi riempite i vasetti e tenete in frigo per una notte.

pudding-mirtilli-cocco-fiocchi-avena

Note:

  • con questa dose di latte il pudding viene piuttosto denso e consistente. Se lo preferite più lento, basta aggiungerne un po’ di più.

fiocchi d'avena

Share

You May Also Like

14 comments on “Pudding ai mirtilli, cocco e fiocchi d’avena

  1. 25/08/2016 at 12:37

    Dopo quella descrizione delle colazioni da bambina ho ancora gli occhi sognanti…

    • 25/08/2016 at 19:34

      Non sai che ricordi di serenità Viv…mi piace anche il solo pensiero 🙂

  2. 25/08/2016 at 13:36

    Complimenti per il pudding e per le foto, davvero belle!

    • 25/08/2016 at 19:34

      Grazie Moira! 🙂

  3. 25/08/2016 at 18:29

    Non rinuncerei mai alla colazione, e quando posso me la prendo comoda Questo bel pudding me lo segno per settembre, perfetto per un po’ di detox

    • 25/08/2016 at 19:34

      Anche io non potrei mai e poi mai saltare la colazione! 😀

  4. 26/08/2016 at 11:04

    io mi ci attacco alla sensazione di ritorn alla serenità che mi danno l’estate e il giardino, mi riportano quella spensieratezza e amo le colazioni che ci stanno bene, come questa

    • 26/08/2016 at 15:50

      Hai ragione Lara, anche io a volte ho la sensazione di aggrapparmici. Come se approdassi in un’oasi felice, come un ricordo luminoso che ancora manda il suo riverbero. Bello 🙂

  5. Ci sono i mirtilli ed il cocco…non posso non provare a farlo! Devo prendere i semi di chia.
    Grazie per l’idea! 🙂

    • 27/08/2016 at 23:16

      Felice di essere stata utile! Fammi sapere 😀

  6. 30/08/2016 at 22:34

    Eccoli i mirtilli, mi sembra abbiano avuto un felice epilogo, finire in un bicchiere, insieme con cocco e semi di chia (che mangio a volontà) dev’essere stato per loro emozionante come per te rivivere le colazioni fanciulle. Buona notte <3
    P.S.: Abbiamo la luce speciale? Lightbox?

    • 30/08/2016 at 22:49

      Sì!! E poi anche altre due cose…che chissà quando riuscirò a pubblicare. Ma la luce è sempre quella della finestra…solo che ogni giorno è diversa! 😀

  7. 04/09/2016 at 16:32

    Delizioso “pastone” ma senza sfumatura dispregiativa 😉

    • 05/09/2016 at 09:58

      😀

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *