Porri gratinati con crumble di nocciole ed Emmentaler DOP

united_kingdom_640

“Ma quando arrivano i formaggi?!”
Per una settimana questo è stato il tormentone cui ho sottoposto amici, parenti e colleghi. E avrei voluto farvi vedere le facce accese di curiosità (e di gola), quando al lavoro hanno visto arrivare il pacco rosso fiammante dal contenuto inconfondibile: una fornitura di Emmentaler e Gruyère inviato direttamente da Formaggi Svizzeri per poter partecipare al concorso #NoiCHEESEamo, in collaborazione con il blog Peperoni e Patate.
Giù le mani, sai!!

gratin-di-porri7

Messo in salvo il prezioso pacco, ho iniziato la sperimentazione di due ricette per il contest. Oggi ve ne presento una a base di Emmentaler, il formaggio a pasta semidura con i caratteristici buchi. Sì, perché i buchi ce l’ha Emmentaler, e non il Gruyère!
Mi hanno anche spiegato il perché, di questi “occhi”… In pratica, durante la stagionatura (che può arrivare fino a 15 mesi) i batteri trasformano l’acido lattico in gas carbonico che, trattenuto dalla crosta, non riesce a fuoriuscire e dà origine ai fori circolari.
Il latte usato è quello delle vacche pezzate bianche e marroni che pascolano libere nella Valle Emme, perché in Svizzera è assolutamente vietato l’utilizzo di additivi chimici e di farine animali nei mangimi…quindi, solo foraggio fresco e aria buona…che bella immagine!

Per la mia ricetta ho deciso di proporre dei porri gratinati in forno, un piatto che mi richiama subito l’atmosfera accogliente di casa, visto che mia mamma è l’esperta di gratin e sin da piccola ne sono sempre stata ghiotta. A dire il vero la sua specialità è il cavolfiore, ma io ho voluto provare questa versione alternativa, arricchita con un crumble di pangrattato e nocciole, sovrastato da un tappeto di Emmentaler grattugiato.
Al momento dell’assaggio incontrerete prima la saporita crosticina di Emmentaler, poi le “briciole” del crumble, e infine la morbidezza del porro avvolto nella salsa bechamel… Proprio quello che si dice un comfort food, da assaporare con tutta la famiglia (ma anche da soli!) ora che le giornate si fanno più brevi e arrivano i primi freddi.

gratin-di-porri8

Una precisazione: scegliete possibilmente porri di dimensioni simili, del tipo con il bulbo non molto largo e con molta parte bianca, così avrete meno scarto.In ogni caso potete usare la parte verde che vi avanza per fare un soffritto da usare in un’altra ricetta, per esempio un risotto.

gratin-di-porri11

PORRI GRATINATI CON CRUMBLE DI NOCCIOLE ED EMMENTALER DOP

Dosi: 6 persone       Tempo di preparazione: 20 minuti       Tempo di cottura: 1 ora

  • 10 porri di medie dimensioni
  • 30 g di pangrattato
  • 40 g di nocciole tritate grossolanamente
  • 20 g di burro
  • 200 g di Emmentaler DOP

Per la besciamella

  • 600 ml di latte
  • 50 g di burro
  • 50 g di farina
  • 1 cucchiaino raso di semi di cumino
  • sale e pepe

Pulite i porri togliendo le foglie esterne e spuntandoli fino ad eliminare buona parte del verde. Lessateli in acqua salata per 20 minuti o finché non saranno teneri, scolateli delicatamente e teneteli da parte.
Riscaldate il latte con i semi di cumino; fate raffreddare e poi filtrate.
In una casseruola, fondete il burro a fiamma bassissima, aggiungete la farina setacciata e mescolate con un cucchiaio di legno fino a che non è completamente sciolta. Unite il latte a filo e fate cuocere per circa 20 minuti a fuoco basso, continuando a mescolare per non far attaccare la salsa. Verso la fine aggiustate di sale e pepe. Spegnete quando vedete che inizia a velare il cucchiaio: nella fase di raffreddamento di assoderà ulteriormente. Se una volta fredda vi sembra troppo densa, basterà aggiungere un po’ di latte.
Mescolate il pangrattato e le nocciole tritate. Passate l’Emmentaler nella grattugia a fori grandi. Distribuite un paio di cucchiaiate di besciamella sul fondo di una pirofila da forno, disponete i porri uno accanto all’altro e coprite con il resto della besciamella. Distribuite in superficie il crumble di nocciole, qualche fiocchetto di burro e l’Emmentaler grattugiato.
Infornate a 200° per 15 minuti. Fate riposare almeno 10 minuti prima di servire.

gratin-di-porri12

Con questa ricetta partecipo al contest #NoiCHEESEamo promosso da Formaggi dalla Svizzera e dal blog “Peperoni e patate

logo-formaggi-svizzeri-2014

Share

You May Also Like

16 comments on “Porri gratinati con crumble di nocciole ed Emmentaler DOP

  1. Ma che buoni, idea meravigliosa!

  2. 24/10/2014 at 00:57

    Buonissimo!!!!

  3. 24/10/2014 at 10:17

    wow! Che voglia il tuo gratin!!” Riproporrò il porro” sicuramente!!!! Baciiiii

  4. 24/10/2014 at 10:36

    In questi giorni incontro i porri in molti blog di cucina. Da casa mia sono banditi ma potrei sostituirli con altro perché l’idea mi sembra molto appetitosa. Cosa suggerisci?

    • 24/10/2014 at 10:49

      Sì, effettivamente i porri sono piuttosto strong! Vediamo… mia mamma fa sempre il cavolfiore, ma a me piace molto anche il cavolo broccolo. Se anche il cavolo non è molto gradito, ti suggerisco i finocchi… Insomma, verdure invernali e belle consistenti! ☺
      Buona giornata!

  5. 24/10/2014 at 11:46

    Uuuuuh che delizia!! …come si potrebbe vivere senza formaggi!?
    Adoro i porri… e questo crumble fondente mi ispira un sacco!!! In bocca al lupo per il concorso! 🙂

    • 24/10/2014 at 11:48

      Anche io senza formaggi non potrei stare!! Crepi il lupo…e in ogni caso mi sono divertita un sacco a provare ricette con l’Emmentaler…e ad assaggiarle! 🙂

  6. 26/10/2014 at 19:49

    Stupenda questa ricetta.

  7. 27/10/2014 at 15:28

    TROOOOOOOOOPPO buoniiii!!!!

  8. 27/10/2014 at 17:15

    Mi credi se ti dico che mi hai fatto venire l’acquolina in bocca???
    Sarà che amo i gratin, le cose filanti, e amo i porri…non so ma adesso che sarebbe l’ora del té io mi mangerei il tuo piatto!!
    Un bacio! …e in bocca al lupo x il contest!

    • 27/10/2014 at 17:25

      :-D:-D:-D Questo è uno dei più bei complimenti!! Stuzzicare l’appetito è già un buon punto di partenza… 😉
      Grazie mille, un abbraccio!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *