Blinis di grano saraceno con patè di pomodori secchi e ricotta di pecora

united_kingdom_640

Vi confesso che il protagonista originario di questa ricetta non erano i blinis ma la tapenade rossa.
Vi ricordate la tapenade provenzale, quella a base di olive nere, che ho fatto qualche tempo fa? Bene, se al posto delle olive nere usate i pomodori secchi, ottenete un patè gustosissimo e saporito, che alcuni chiamano tapenade rossa (anche se questa dicitura è discutibile e non condivisa da tutti…ma mi piaceva il parallelo).  Solo dopo ho pensato di abbinarlo con della ricotta di pecora e infine si è accesa la lampadina dei blinis.

E’ passato più di un anno dai miei primi blinis, una sorta di crepes lievitate o piccoli pancakes che dir si voglia, tipici della cucina russa.
Per il patè di pomodori, che è molto saporito, volevo una base un po’ più rustica e consistente e ho quindi usato la farina di grano saraceno, che ultimamente sto sperimentando in varie ricette. L’esito mi ha soddisfatto molto, sono venuti morbidi e ben lievitati e si sono conservati benissimo per 3 giorni.

Se li volete usare per un buffet o un aperitivo, vi suggerisco anche un secondo abbinamento, molto più tradizionale in ambito russo: una fettina di salmone affumicato (che io ho aromatizzato con del finocchietto) e, se volete, una puntina di panna acida… e il gioco è fatto.

blinis-grano-saraceno5

BLINIS DI GRANO SARACENO CON RICOTTA DI PECORA E PATE’ DI POMODORI SECCHI

Ingredienti per 20-22 blinis:

  • 250 g di ricotta di pecora freschissima

Per la pastella:

  • 140 g di farina di grano saraceno
  • 225 ml di latte
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • sale
  • mezza bustina scarsa di lievito di birra disidratato (oppure 1/2 panetto di lievito di birra fresco)

Per il patè di pomodori secchi:

  • 150 g di pomodori secchi sott’olio
  • 3 filetti di acciughe
  • 1 cucchiaino di capperi
  • olio extravergine d’oliva
  • pepe

blinis-grano-saraceno10

Se usate il lievito di birra fresco, scioglietelo nel latte appena tiepido, altrimenti versatelo in una ciotola capiente dove avrete messo la farina, un pizzico di sale e due cucchiaini di zucchero. Versate il latte a filo e i tuorli leggermente sbattuti, mescolate con una forchetta per evitare che si formino grumi e lasciate lievitare in un posto asciutto per un’ora.

Nel frattempo passate al mixer i pomodori secchi con le acciughe, i capperi e l’olio evo, aggiustando di pepe e aggiungendo spezie a piacere qualora non fossero già presenti nei vostri pomodori (origano, aglio, timo, maggiorana, finocchio…).

Montate gli albumi a neve e incorporateli a cucchiaiate all’impasto dei blinis, mescolando delicatamente. Ungete leggermente un padellino antiaderente e, tenendolo a fuoco medio, versatevi una cucchiaiata di impasto. Fate cuocere per pochissimi minuti, fino a quando la parte superiore inizia ad asciugarsi; a quel punto rovesciate il bliny con l’aiuto di una spatola e cuocete per un altro minuto circa. Procedete fino ad esaurimento della pastella.

Portate in tavola i blinis sovrapposti l’uno sull’altro a mo’ di torrette e servite la ricotta e il patè in un due ciotoline separate, in modo che i commensali possano comporre da soli il proprio bliny.

blinis-grano-saraceno2

blinis-grano-saraceno131

blinis-grano-saraceno8

Share

You May Also Like

13 comments on “Blinis di grano saraceno con patè di pomodori secchi e ricotta di pecora

  1. 21/08/2014 at 09:19

    Irresistibili, assieme ai pancakes li considero i bocconcini più confortanti e golosi. Se consideri che sono anche senza glutine (sostituendo il lievito con quello da prontuario), e senza lattosio adoperando ricotta e latte di capra, un piatto così soddisfa tutti ma proprio tutti. Ti auguro una bella giornata <3

    • 21/08/2014 at 09:55

      E aggiungi anche che hanno un alto potere saziante, quindi sono perfetti per chi vuole stare un po’ a dieta 🙂
      Grazie Libera, serena giornata anche a te!

      • 21/08/2014 at 10:21

        A quello non avevo pensato, io ne mangerei all’infinito senza mai sentirmi appagata 😀

  2. 21/08/2014 at 12:16

    Quindi i blinis sono una sorta di frittelle? Sono davvero un’idea originale per un buffet e mi piacciono tutti gli abbinamenti che hai suggerito.

    • 21/08/2014 at 13:21

      Esatto! E sono così piccole che in un padellino ne puoi fare anche 4 contemporaneamente, quindi sono velocissime! 🙂

  3. Perfetti per chi come me è intollerante al glutine… devo solo sostituire i latticini senza lattosio e il gioco è fatto! Grazieeee!!! Nei prossimi giorni li proverò sicuramente!!! Ciao Manu

    • 21/08/2014 at 16:13

      È vero, non me ero resa conto…sono un po’ poco sensibile da questo punto di vista ma cercherò di migliorare!!
      Grazie a te, buona serata! 😉

  4. 21/08/2014 at 23:41

    no dico e sottoscrivo SUBLIMI!!!! io amo i blinis ma li cucino solo nelle vacanze natalizie…..con salmone e panna acida non chiedermi perchè….

    • 22/08/2014 at 07:49

      Si vede che il clima freddo ti riporta alla Russia! Io invece li preferisco d’estate….li vedrei bene anche sulla spiaggia! 😀
      Un bacio e buona giornata!

  5. 22/08/2014 at 10:58

    I Blinis…che vergogna, non li ho mai fatti!! Chissà poi perché, forse non ho mai trovato la ricetta o l’occasione giusta. Ma questi al grano saraceno e farciti così mi sembrano splendidi e deliziosi. Ricetta segnata!!

    • 22/08/2014 at 13:53

      Figurati che io non ho mai fatto i pancakes! 🙂
      Sempre troppe ricette da provare! 😀

  6. 29/08/2014 at 06:10

    Mi son persa troppe cose qui… devo rimediare!

    • 29/08/2014 at 07:56

      Sai, per ovviare alla mancanza di ferie ho dovuto “ripiegare” sulla cucina…il che è sempre un piacere!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *