Tarte tatin con pomodorini confit e ricotta salata

united_kingdom_640

La Tarte Tatin classica la conoscete tutti…o no? Be’, è quella torta di mele rovesciata, che si cuoce con le mele sul fondo dello stampo, a caramellarsi con il burro e lo zucchero, e la pasta sopra che le ricopre. Poi la si capovolge, et voilà, il gioco è fatto.
In questo caso, invece la tarte è salata, perché a caramellarsi con burro e zucchero ci sono dei fantastici pomodorini confit e qualche taccola, e il risultato è semplicemente strepitoso.

L’idea della tarte tatin viene da qui; io ho aggiunto le taccole e cambiato il tipo di miele. Anche la pasta non è proprio la stessa. Edda ha usato la famosa pasta da quiche di Christophe Felder, io, tanto per cambiare, ho leggermente modificato le dosi a sfavore del burro che proprio non mi piace sentire…ma sono gusti, si sa.  Nella ricetta trovate le dosi originali e quelle modificate.
Per i pomodorini confit, invece, ho seguito le indicazioni di Elisa, omettendo gli agrumi e aggiungendo l’origano. E anche questi sono stati una scoperta fenomenale, che credo utilizzerò a più riprese.

Una ricetta originale, gustosissima e colorata…Insomma, mi ha proprio soddisfatto, e sono certa che vi farà fare un figurone con i vostri ospiti in una calda sera d’estate.

tarte-tatin-salata1

TARTE TATIN DI POMODORINI E TACCOLE CON RICOTTA SALATA

Per i pomodorini confit:

  • 500 g di pomodori ciliegini
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiaini di origano
  • 2 rametti di timo
  • sale
  • olio extravergine d’oliva

Per la pasta da quiche:

  • 200 220 g di farina 00
  • 90 80 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio d’acqua
  • una presa di sale
  • un pizzico di pepe

Per la farcitura:

  • pomodorini confit
  • una decina di taccole lessate
  • 100 g di ricotta salata
  • 20 g di burro
  • 1 cucchiaio e 1/2 di miele di millefiori

tarte-tatin-salata4

Per i pomodorini confit

Tritate finemente l’aglio con l’origano, il timo, sale e pepe. Lavate e asciugate i pomodori, tagliateli a metà e disponeteli su una teglia con la parte curva verso il basso. Spolverateli con lo zucchero e poi distribuite sopra ad ognuno un po’ del trito aromatico. Condite con un generoso filo d’olio evo e infornate a 120° (forno ventilato) per 2 ore.
I pomodori non devono cuocersi ma semplicemente asciugarsi. Il risultato è strepitoso: pomodorini saporiti, sapidi, aromatici che faticherete a non mangiare da soli con una bella fetta di pane casereccio.

Per la tarte tatin

Setacciate la farina, aggiungete il sale e il pepe e unite il burro freddo a tocchetti, lavorando con le mani fino ad ottenere un impasto sbriciolato e fine. Unite l’uovo e l’acqua e continuate a lavorare, impastando velocemente finché il composto è omogeneo. Formate un piccolo panetto, avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per un paio d’ore. Tirate fuori dal frigo 10 minuti prima di usarla.

Sciogliete a fuoco bassissimo il burro con il miele e versatelo sul fondo di uno stampo a cerniera di 22 cm di diametro, distribuendolo uniformemente.
Disponete sul fondo della teglia i pomodorini con la parte tagliata verso l’alto e le taccole. Badate che siano molto ravvicinati tra loro, senza spazi vuoti. Cospargete con scaglie di ricotta salata.
Stendete la pasta allo spessore di 3 mm (ve ne servirà poco più di metà della dose iniziale) e ricopritevi il fondo della teglia, rincalzandola bene ai bordi affinché contenga il ripieno e facendovela aderire. Bucherellate con i rebbi di una forchetta.
Cuocete a 160° in forno ventilato per 20-25 minuti, finché la pasta non formerà una crosticina leggermente dorata. Togliete subito dal forno e, dopo 10 minuti al massimo, aprite la cerniera e capovolgete in un piatto da portata. Non aspettate più a lungo perché altrimenti i pomodorini rischiano di caramellarsi troppo o di bruciarsi.

Share

You May Also Like

18 comments on “Tarte tatin con pomodorini confit e ricotta salata

  1. 01/08/2014 at 09:37

    Peccato che non si possa fare un assaggio virtuale… 🙂 questa versione salata è veramente sfiziosa!

  2. Ma cosa ti ha fatto questo burro?? 😉
    Scherzi a parte, anche io, lo sai sono di questo partito. Non avevo mai pensato che si potesse fare un tarte anche salata ed è sicuramente ottima l’idea di cuocere i pomodirini confit insieme! Me ne mangerei una bella fetta anche ora!
    Buon weekend, mi ricorderò della tua ricetta “alleggerita” per la mia prossima tarte: Sono sempre in crisi quando devo fare un impasto salato.
    Baci!

    • 01/08/2014 at 10:19

      Dai, non mi prendere in giro! 🙁
      Non mi ha fatto niente…ma è un sapore che non mi piace molto sentire in bocca, appesantisce tutto…e quindi quando posso lo boicotto! 😀
      Questa tarte mi è piaciuta proprio tanto…fammi sapere se decidi di provarla.
      Buon week end a te mia cara!

  3. 01/08/2014 at 11:48

    Ma come non conoscevi i pomodorini confit? Io li faccio spesso…e se vado di corsa uso il microonde…e li condisco con i semi di finocchio

    Bellissima questa torta salata…anche con le tue piccole variazioni!
    Un bacione

    • 01/08/2014 at 12:02

      No, non li avevo mai fatti…e cosa mi ero persa!!! 😀
      In microonde a quanto li metti e per quanto tempo?
      Grazie, un bacio e buona giornata! 🙂

  4. 02/08/2014 at 08:32

    Stupenda questa tatin salata, bellissima la presentazione con le taccole! Buoni i pomodorini confit …trovo che il pomodoro una volta secco e semi secco come per i confit acquisti in sapore.
    Brava, come sempre 😉

    • 02/08/2014 at 14:07

      Grazie Terry! 🙂
      E’ vero, i pomodori secchi hanno davvero un sapore squisito…da quando li ho scoperti non mancano mai nella mia dispensa!
      Un bacio!

  5. 04/08/2014 at 18:02

    sento il profumo e il sapore di questi pomodori squisiti! e poi con dei pomodori così gustosi chi vuoi che si accorga del fatto che hai diminuito il burro..per me nessuno! 🙂 profumo di estate!
    un bacio!
    Anna

    • 04/08/2014 at 19:02

      😀 Vero! C’è tutto il resto che la fa da padrone! E poi ne ho tolto poco poco…giusto per il gusto di farlo! 🙂
      Un bacio e buona serata!

  6. 05/08/2014 at 23:27

    veramente bellissima, complimenti !

  7. 06/08/2014 at 09:33

    Buongiorno Alice, sapessi quante volte, silenziosamente, quatta, quatta, sono venuta a godermi questa tatin? Adoro i pomodori confit e mi guardo bene da farli per non mangiarli tutti appena usciti dal forno. Ho comperato l’essicatore e sto aspettando la produzione di Milva (la mia “spacciatrice di verdure di stagione) per iniziare a sperimentare e pomodori secchi sono in pole position. Buona giornata <3

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *