Crema tiepida di piselli alla menta e burrata. Il ricordo più dolce

united_kingdom_640

Un pranzo tutto per me.
Voglia di primavera quando fuori il tempo sembra non saper decidere se essere di buonumore o fare i capricci.
Gli anemoni in piena fioritura sul davanzale, un raggio di sole che va e viene, un pacco di carte colorate dalle fantasie tenui e delicate.

Era tanto tempo che volevo provare questa ricetta.
Oggi era la giornata perfetta per gustarmela, in un pranzo solitario e silenzioso, quasi riflessivo.

Perché tanto tempo è passato, ma sembra ieri, e i sentimenti rimangono immutati.
Anzi, no.
Crescono ed evolvono, ma resiste la meraviglia per l’inaspettato, la gratitudine per il dono più bello, la felicità per la pentola del tesoro alla fine dell’arcobaleno.
Rivivo il verde di quel prato, e il bianco delle margherite; lo stupore di una sensazione di familiarità inimmaginata; il sole complice che faceva festa e una promessa non detta di infinita dolcezza.

cremapiselli1bis

CREMA TIEPIDA DI PISELLI ALLA MENTA E BURRATA

Ingredienti per 2 persone

  • 300 g di piselli freschi sgranati
  • 200 g di lattuga (per me, insalata riccia)
  • 1 cipollotto
  • 200 g di burrata (o stracciatella)
  • 4 foglie di menta
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Affettate finemente il cipollotto e soffriggetelo in 3 cucchiai di olio. Unite i piselli e l’insalata tagliata a striscioline, fate insaporire qualche minuto mescolando con un mestolo, poi unite 300 ml di acqua e portate a bollore. Coprite, abbassate la fiamma e cuocete per 15 minuti.
Togliete un paio di cucchiaiate di piselli che vi serviranno per guarnire e frullate il resto. Rimettete sul fuoco per 5 minuti (o finché la crema non raggiunge la consistenza desiderata) aggiustando di sale e unite la menta verso la fine.
Fate intiepidire e servite nei piatti completando con la burrata sfilacciata, una macinata di pepe nero e un filo d’olio evo.

cremapiselli5

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Oggi pane e salame, domani…

raccolta-mag-giu-def1

Con questa ricetta partecipo al contest di Il risotto perfetto

MyBannerMaker_Banner

Share

You May Also Like

41 comments on “Crema tiepida di piselli alla menta e burrata. Il ricordo più dolce

  1. 08/05/2014 at 07:31

    Che bella ricettina Alice! Un pranzo così diventa un momento unico da godere con tutta tranquillità 🙂 buona giornata!

  2. 08/05/2014 at 09:01

    Sembra quasi un pranzo spirituale…mi è piaciuto tantissimo questo post 🙂

  3. 08/05/2014 at 09:26

    mmm che delizia, magari accompagnato anche in solitudine da bollicine fresche….bisognerebbe concedersi più spesso coccole così!!

  4. 08/05/2014 at 09:28

    Ho giusto una manciata di piselli freschi pronti per diventare questa meravigliosa crema e rallegrare il mio pranzo solitario di oggi 🙂

    • 08/05/2014 at 09:59

      Eheheh…questa è proprio la stagione giusta! 🙂 Un soffio di primavera in tavola!

  5. 08/05/2014 at 10:02

    Eheheh…questa è proprio la stagione giusta! 🙂 Un soffio di primavera in tavola!

  6. 08/05/2014 at 15:54

    Sei poetica! 🙂 …e la zua zuppetta con il tocco della burrata è da bave… Io di recente ho fatto overdose di stracciatella! 🙂

    • 08/05/2014 at 16:02

      Grazie!! Io la mangio molto di rado perché non ho trovato un rivenditore di fiducia… In questo caso l’ho trovata in una mostra mercato di prodotti gastronomici e non potevo esimermi dall’acquisto! 🙂

  7. 08/05/2014 at 18:29

    Ma grazie!! La adoro, è dolce, vellutata, scioglievole.. la inserisco subito fra le partecipanti!

  8. 08/05/2014 at 18:42

    ‘ellini…. :-*

  9. 08/05/2014 at 20:09

    Un messaggio d’amore in senso lato, di quelli che potrebbero valere per tutto; per la vita stessa, per un particolare colto o per una persona speciale, o anche semplicemente per l’amore stesso. Un amore che si può racchiudere anche in questa crema di piselli, fresco e buon dono della terra.
    Buona serata cara

    • 08/05/2014 at 20:33

      Cara Martina, hai colto in pieno il mio sentire, in un modo che forse non avevo realizzato nemmeno io!
      Ho scritto pensando in particolare ad una persona ma in quel momento era anche un sentimento più ampio e generale. L’hai descritto benissimo.
      Grazie per la tua attenzione e sensibilità.
      :-):-):-)
      Un abbraccio.

  10. 09/05/2014 at 07:50

    Ciao, ribadisco “quella sensazione” 😉 Questa ricetta mi ricorda tanto le cene da bambina, era un classico la”minestra de bisi spacai” (piselli secchi); qui c’è il valore aggiunto di quelli freschi che quest’anno non ho ancora comperato e dell’immagine di quel prato.. Buon fine settimana <3

    • 09/05/2014 at 11:38

      Grazie…quel prato non me lo scorderò mai. ♥
      Buon fine settimana anche a te e un abbraccio. 🙂

  11. 09/05/2014 at 10:53

    ma che meraviglia questa vellutata..e che bello potersi dedicare del tempo per pensare, riflettere e stare bene con sè stessi..ottima cura per riprendersi da questa vita spesso troppo frenetica! un abbraccio 😉

    • 09/05/2014 at 11:40

      Sì, il tempo per se stessi è decisamente rigenerante! 🙂
      Grazie e buon fine settimana!

  12. Mi sono venuti gli occhi lucidi nel leggerti. Ovviamente non so di cosa parlassi, se di un fatto ben preciso o se di una sensazione, ma sicuramente è stato qualcosa di magico, una di quelle situazioni, rare, in cui ti senti perfettamente in pace con il mondo e ti senti infinitamente grata e viva.
    Bellissima anche le ricette, mi rivedo molto in questo piatto. Ogni tanto intravedo un filo sottile che ci lega 🙂
    Un abbraccio

    • 09/05/2014 at 14:09

      È vero…quella era la sensazione che ho provato. 🙂
      Grazie delle tue parole… mi piace questo filo che ci unisce e la certezza di trovare attenzione, sensibilità e capacità di comprensione. 🙂
      Un abbraccio

  13. 09/05/2014 at 18:45

    Sai che non ho mai assaggiato l’insalata in una preparazione cotta? C’è sempre una prima volta! Le creme piacciono molto anche a me, e questa, accompagnata da momenti riflessivi sarà stata un binomio vincente! 🙂

    • 09/05/2014 at 18:59

      Anche per me era la prima volta e mi è piaciuta molto!! Come vedi anche questa è una ricetta vegetariana… Va a finire che sono le mie preferite! 🙂

  14. 09/05/2014 at 20:13

    Questa mi e’ nuova…prendo nota e la passo a mia cognata che va pazza per queste creme vellutate e non!

    • 09/05/2014 at 21:25

      Sono contenta che la trovi interessante! Grazie per essere passata di qui, verrò presto a visitare il tuo blog. 🙂

  15. 10/05/2014 at 07:51

    le vellutate sono il comfort food perfetto e ogni stagione è adatta per una coccola, bellissima ricetta !

  16. 10/05/2014 at 09:36

    hai donato una poesia a qst ricetta circondandola con un velo di dolce maliconia che mi rende il tutto ancora più meraviglioso!
    La famosa crema con la burrata, la aspettavo, ma sei sempre capace di sorprendermi anche quando so cosa mi attende! sei una meraviglia!

  17. 10/05/2014 at 14:23

    Sempre belle ricette e belle parole!
    Luna

  18. 13/05/2014 at 18:33

    Che spettacolo, Alice! Vivrei di queste cremine…calde d’inverno e tiepide con la bella stagione!! Poi qui c’è la burrata…non occore dire altro per convincermi!! 😀

  19. 13/05/2014 at 21:00

    è fatta!!!! venerdi sera ho amici a cena….faro questa cremina per antipasto….o primo devo pensarci!!!! perfetto!!! stampo e i gioco è fatto!!!GRAZIEEEEEEEEEEEEEeeeeeeeeeeeeeeee

  20. 17/06/2014 at 10:26

    Grazie Alice per questa ricetta, la proverò una di queste sere (non so perchè ma ultimamente sono a corto di idee veloci per la cena :/)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *