Gnocchi di ricotta alla crema di finocchi e speck

united_kingdom_640

Si parla tanto di sostenibilità e km zero per gli ingredienti che utilizziamo in cucina, ma poi chi è che effettivamente riesce a mettere in pratica questi nobili principi?
Andare al mercato piuttosto che al super non basta, se non si è certi che i prodotti che acquistiamo siano coltivati direttamente da chi ce li vende, e non tutti possono andare direttamente dal contadino a scegliersi frutta e verdura.
Per chi abita in provincia è più semplice: quasi tutti abbiamo un familiare o un conoscente che coltiva il suo orticello ed è ben felice di condividere con noi i propri prodotti. Ma in città la cosa si fa più difficile.

Per molto tempo io mi sono rifornita al mercato rionale, sapendo di acquistare prodotti che forse non erano proprio a km zero, ma comunque provenivano dalla Toscana. Fino a quando non mi sono…ehm…imbattuta in un’azienda di Sesto Fiorentino (Palchetti Km0) che coltiva i propri prodotti e li vende al mercato locale, e che oggi è il mio fornitore di fiducia. Ormai conosco chi ci lavora, la loro storia e i principi da cui sono ispirati, e questa è la garanzia migliore che si possa volere.
E poi, se qualcosa non mi ha soddisfatto appieno, so sempre con chi rifarmela! 😉

Questa ricetta, con finocchi e patate a km zero, è dedicata alla persone che con passione, caparbietà e sacrificio portano avanti uno dei mestieri più antichi e affascinanti del mondo, e che per me rappresenta uno degli ultimi baluardi contro l’insensatezza dei nostri tempi. Perché alla fine, ciò che rimane è la terra, ed è quella che ci dà il valore delle cose.

Sono gnocchi velocissimi da fare, legati da un condimento pienamente autunnale che coniuga la freschezza del finocchio con il sapore dello speck.

chicche1_scritta

GNOCCHI DI RICOTTA ALLA CREMA DI FINOCCHI E SPECK

Dose per 4 persone

Per gli gnocchi:

  • 450 gr di ricotta vaccina
  • 360 gr di semola di grano duro
  • sale e noce moscata

Per la realizzazione degli gnocchi di semola e ricotta rimando a questo post.

Per il condimento:

  • 2 finocchi
  • 1 patata piccola
  • 40 gr di pecorino romano a scaglie
  • 70 gr di speck (una fetta non troppo alta)
  • 1 cucchiaino di timo
  • rosmarino per guarnire
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale e olio evo
  • circa 1 lt di brodo vegetale (facoltativo)

 chicche2_scritta

Fate scaldare 2 cucchiai d’olio con gli spicchi d’aglio per qualche minuto.
Nel frattempo pulite i finocchi e tagliateli a listarelle piuttosto sottili.
Pelate la patata e tagliate anche quella a fettine sottili.
Rimuovete l’aglio dalla pentola e mettetevi finocchi e patata; fate soffriggere per 5 minuti, poi aggiungete circa mezzo litro di brodo (ma va benissimo anche dell’acqua bollente). Se il brodo dovesse ritirarsi troppo, aggiungetene dell’altro.
Fate cuocere finché le verdure non saranno morbidissime e il brodo non si sia completamente ritirato. Poco prima della fine della cottura aggiungete il pecorino, in modo che si sciolga quasi completamente, aggiustate di sale e unite il timo.
Fate intiepidire leggermente, poi frullate il tutto fino ad ottenere una crema omogenea.
Mettete a bollire dell’acqua per cuocere gli gnocchi e nel frattempo tagliate lo speck a striscioline e fatelo abbrustolire leggermente in una padella antiaderente.
Cuocete gli gnocchi nell’acqua bollente per 2 minuti, scolateli e conditeli con la crema di finocchio, aggiungendo lo speck e qualche fogliolina di rosmarino. Servite caldi.

chicche5_scritta

Share

You May Also Like

29 comments on “Gnocchi di ricotta alla crema di finocchi e speck

  1. 21/10/2013 at 13:08

    Sempre un piacere leggere elogi su territorio. agricoltura e terra, spesso dimenticata e maltrattata.
    Complimenti per la ricettina e ora vado a vedere questa azienda che mi incuriosisce molto 🙂

    • 21/10/2013 at 13:43

      Io credo che sia molto importante fare attenzione alla provenienza delle materie prime. E lode a chi ha la motivazione per portare avanti un’attività così faticosa e poco redditizia!
      Sono contenta che siamo in molti a pensarla così. 🙂
      Buona giornata!

      • 21/10/2013 at 16:41

        a tal proposito … o sono io che non riesco o il link ha qualche problema.
        Buona giornata anche a te

        • 21/10/2013 at 17:01

          Ho controllato, dal computer funziona, mi conferma anche una mia amica. Forse non va bene dai cellulari…Grazie della segnalazione!

    • 21/10/2013 at 17:07

      Se comunque non ti funziona il link ma ti va di dare un’occhiata, il sito si chiama proprio così “palchettikm0”. Hanno anche la pagina facebook…
      Ciao!

  2. 21/10/2013 at 16:36

    La crema di finocchi mi incuriosisce molto! Ricetta molto appetitosa 🙂

    • 21/10/2013 at 16:52

      Grazie! Il sapore si sente distintamente ma è un po’ smorzato dal pecorino…e ingolosito dallo speck! 🙂
      Un bacio!

  3. 21/10/2013 at 16:52

    sei da sposare! c’è poco da fare!!!!!!!

  4. Ciao Alice,
    sai quanto ci tengo anche io a questo argomento…quindi lo sostengo appieno: ora abbiamo tutti gli strumenti per poter fare delle scelte alimentari e degli acquisti un po’ più consapevoli e sensati. I tuoi gnocchi sono bellissimi e sono curiosa di provare l’accostamento con i finocchi, che non ho mai assaggiato.
    Mi spiace non essere state con voi domenica…ma spero ci sarà presto un’altra occasione 🙂
    Un abbraccio grande

    • 22/10/2013 at 06:38

      Sì, sono contenta di sapere che siamo in tanti a pensarla così…penso che sia un aspetto davvero importante!
      Peccato per lo scorso weekend…vediamo di trovare presto un’altra occasione per vederci tutte insieme, dai. Sarebbe bello!
      Grazie delle tue parole e buona giornata!

  5. 22/10/2013 at 17:01

    Ma come il moroso non ti porta la verdura dell’orto? Battute a parte, è fondamentale avere consapevolezza del cibo che portiamo in tavola e trovare qualcuno che ancora calpesta la terra, che suda per poter crescere delle piantine che poi diventano la frutta e la verdura che mangiamo è ammirevole.
    Questi gnocchi oltre che belli da vedere devono essere gustosissimi!

    A presto…che vuol dire che vi aspettiamo a Faenza…e bacioni

    Silvia

    • 22/10/2013 at 17:17

      A dire la verità…il contadino è proprio lui! 🙂 E anche io trovo sia ammirevole quello che fa.
      Grazie per gli gnocchi…e al prossimo meeting romagnolo allora!!
      Un bacio.

      • 22/10/2013 at 20:43

        Bravissimo…onore al suo secondo lavoro!!!

  6. 23/10/2013 at 12:14

    ciao
    io abito in provincia ma credimi è difficile reperire prodotti bio di km0… inoltre il ritmo di vita a cui siamo sottoposti ci porta ad acquistare in centri grandi dove trovi proprio di tutto… sarebbe bello poter passare tutta la mattina a fare la spesa, visitare fattorie dove acquistare prodotti bio e genuini… a volte lo si fa è sembra proprio un gran lusso, strana la vita, neh? la tua ricetta è molto gustosa e la foto graziosa, complimenti!!!

    • 23/10/2013 at 12:19

      Hai ragione, infatti io mi ritengo fortunata a poterli avere senza troppa fatica! Ed è vero che quando mi prendo il tempo di andare al mercato mi sembra proprio che sia un lusso!
      Però a volte si può trovare un buon compromesso…dipende da come sono organizzate le nostre vite…e anche dal caso, magari, di avere un mercato sotto casa!
      Grazie per le tue parole, buona giornata!

  7. 23/10/2013 at 14:10

    oddio questa ricetta mi fa impazzire….tutti gli ingredienti mi piacciono!!! e sul kmO sono d’accordo con te…è l’unica soluzione per ritrovare gli antichi sapori e gustare ricette semplici ma ricche di sostanze nutritive fondamentali!!! e la ciclicità ?? dove la metti??

    • 23/10/2013 at 14:17

      Grazie! Hai perfettamente ragione! Il bello della natura è proprio la ciclicità, l’eterno ritorno di stagioni e prodotti…e seguirla fa sentire meglio anche noi!!

  8. 25/10/2013 at 10:55

    Vieni a cucinare a casa mia, ti prego!
    Luna

  9. 21/11/2013 at 01:18

    Concordo von tutto quello che scrivi sull’importanza delle msterie prime e mi ha colpito tantissimo la cosa che hai detto sulla terra che alla fine è ciò che vi resta! Io amo gli gnocchi e co la ricotta non li ho mai provati ma credo siamo fantastici ♡ brava!

    • 21/11/2013 at 08:25

      Grazie! Mi fa piacere che anche tu la pensi così…credo che allora ti interesserà anche il prossimo post.. Secondo me è un argomento molto importante, che va ben al di là della questione dell’alimentazione.
      Gli gnocchi fatti così sono velocissimi e facili, secondo me sono da provare! 🙂
      Buona giornata,
      Alice.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *