Presi in castagna 2 – La seconda volta è anche meglio

Il primo tentativo di variazione sul tema “crepes” (qui) mi aveva lasciato piuttosto soddisfatta. Però mi erano avanzate 5 crepes prive di ripieno e qualcosa devo pur farne! Andare a fare la spesa soltanto per questo e con la pioggia incessante di questi giorni era fuori discussione e così mi sono comportata come un vero chef: ho aperto il frigo e buttato giù quello che avevo. Che non era molto, in verità, ma il risultato mi ha entusiasmato! Ovviamente vi devono piacere i cavoletti di Bruxelles e il porro (che già di per sè non sono universalmente apprezzati), altrimenti vi potete anche preparare al digiuno. Ammetto, poi, che il mascarpone non è un ingrediente solitamente presente nel mio frigo e che non lo amo nemmeno molto…lo trovo troppo grasso e un po’ banalotto, ma in questo caso si è rivelato perfetto, anche perchè è presente in dosi davvero minime! Insomma, forse a leggerla non gli darete una lira, ma questa ricetta a noi è piaciuta molto, anche più di quella con ricotta e cavolo nero. Avrà qualcosa a che fare con la presenza di verdure saltate invece che lesse e con il mascarpone che fa le veci della ricotta? Chissà… 😉

CREPES DI FARINA DI CASTAGNE CON PORRO E CAVOLETTI DI BRUXELLES

Ripieno per 5 crepes (per l’impasto delle crepes, vedi qui):

  • 300 g di cavoletti di Bruxelles
  • 1 porro
  • 50 g di mascarpone
  • 30 g di parmigiano per gratinare
  • olio evo
  • sale

Tagliate il porro sottilissimo (scartando la parte verde) e fatelo appassire in una padella antiaderente con due cucchiai d’olio. Se volete smorzarne un po’ il sapore potete aggiungere qualche goccia d’aceto di vino bianco (trucco della mamma…anche se non ho mai capito se funziona davvero oppure no). Dopo 5 minuti aggiungete i cavoletti di Bruxelles tagliati a striscioline sottili e fate cuocere coperto per circa 20 minuti, aggiungendo poca acqua se necessario. Una volta raffreddato, unite il mascarpone e mescolate bene, poi distribuite un po’ di impasto in ogni crepe e arrotolatela su se stessa fino a formare una specie di cannolo. Cospargete la superficie con un po’ di latte e di parmigiano grattugiato e cuocete a 180° per 20 minuti circa.

Share

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *